mercoledì 12 giugno 2013

Heinrich Schliemann : Un uomo eccezionale.



Heinrich Schliemann (Neubukow, 6 gennaio 1822 – Napoli, 26 dicembre 1890) era un imprenditore ed archeologo tedesco.
Il suo contributo all’ archeologia è stato eccezionale: Scoperta di Troia e del c.d. tesoro di Priamo.
Il padre gli trasmise l’ interesse per le antiche civiltà. Nel 1829 gli veniva regalato un libro di storia per bambini che conteneva l’immagine di Troia in fiamme, quell’ immagine avrebbe influenzato grandemente la sua vita.
Abbandonati gli studi nel 1836   iniziava l'apprendistato presso un piccolo commerciante di Furstenberg.
Dopo cinque anni e mezzo dovette interrompere l'apprendistato a causa di un incidente sul lavoro che ne minò la salute. Nel 1841si trasferì ad Amburgo dove non riuscì a trovare un lavoro stabile.
Lavorava come fattorino ad Amsterdam.
Da solo imparò, l' inglese, il francese, l’italiano e il russo.
La  Guerra di Crimea, del 1853 gli portò ulteriori ricchezze, in quanto fornitore dell’esercito dello  Zar. Decise di studiare altre lingue: Spagnolo, arabo ed ebraico. Nel 1868 si ritirava dagli affari per inseguire la sua passione:L’archeologia.
Nei pressi della collina di Hissarlik iniziò la ricerca delle mura di Troia con la collaborazione di Frank Calvert, viceconsole britannico. L'archeologo tedesco incentrava le proprie ricerche sulla collina di Hissarlik, un'altura in posizione favorevole per una roccaforte, dalla quale si poteva dominare tutta la piana circostante; seguendo le indicazioni e le descrizioni dei testi omerici, il 4 agosto 1872 Schliemann rinvenne vasellame, oggetti domestici, armi e anche le mura e le fondamenta non di una sola città, quella di  Priamo, ma di ben altre otto città diverse, costruite l'una sulle rovine dell'altra (i risultati delle ricerche furono resi noti nel 1874 nell'opera Antichità troiane). Ho voluto dedicare un post a questo uomo eccezionale per due motivi:
- E’ la dimostrazione di quanto sia importante la forza di volontà.
- E’ la dimostrazione che l’ uomo può raggiungere con i suoi “talenti”, risultati a prima vista impossibili.

Nessun commento:

Posta un commento