sabato 2 agosto 2014

Preghiera




Isaia  38, 16 – 17.

Signore, in te spera il mio cuore: dà conforto al mio spirito, guariscimi e fammi rivivere! Ecco la mia amarezza diventa pace;
tu hai preservato la mia vita dalla fossa della distruzione, perché hai gettato dietro le tue spalle i miei peccati”.
                                       ___________________

Tre righe e mezzo di luce, amore, comprensione, speranza.
Quale uomo, se non illuminato da Dio, sarebbe in grado di esprimere simili concetti? Leggendo queste poche righe, si comprende perché la Bibbia è e sarà sempre in assoluto, il libro per eccellenza. Una lettera di Dio agli uomini, da leggere in qualsiasi momento della giornata e della vita. 
 

Nessun commento:

Posta un commento