martedì 14 febbraio 2017

Flavio Ezio: l'ultimo difensore di ROMA.

      
Quando si pensa ai grandi condottieri romani, si dovrebbe ricordarsi di un grandissimo generale di Roma: Flavio Ezio.
E’facile essere grandi quando l’impero è fiorente, è difficile esserlo quando l’impero entra in crisi una crisi profonda, e difficile da affrontare.
Flavio Ezio è stato un grandissimo generale che ha avuto una sola sfortuna: Vivere nell’epoca didecadenza di Roma, se fosse vissuto all’epoca d’oro dell’impero le sue gloriose imprese sarebbero state celebrate come meritavano.
Flavio Ezio nasce  395\396 a Mesia Inferiore – muore a Ravenna nel 453.  Figlio del comandante della cavalleria Gaudenzio. Flavio Ezio fu l’ultimo grande difensore di Roma, se non fosse stato assassinato ma assecondato dall’imperatore,  la caduta dell’Impero sarebbe sicuramente giunta molto più tardi.
Guardiamo alla sua vita: Flavio Ezio fu dato come ostaggio dall’imperatore ONORIO prima ai Visigoti, successivamente agli Unni. Questo gli permise di studiare e conoscere
approfonditamente le tecniche militari dei barbari.
Alla morte dell’imperatore Onorio 423 d.C. tornava in patria per darsi alla politica e successivamente per comandare l’esercito.
Sconfiggeva regolarmente i barbari, impresa non da poco in quell’epoca di decadenza
imperiale.
Combatté vittoriosamente  contro i Goti e contro i Franchi.
Represse l’insurrezione militare di Felice del 430 d.C.
Represse l’insurrezione di Bonifazio.
Nelle Gallie sconfisse i BAGAUDI e i BURGUNDI.
Nel 445 d.C. con Simmaco, veniva eletto Console per la terza volta.
Con gli alleati Visigoti, sconfisse gli UNNI ad Orleans ed ai Campi Catalaunici nel 451 d.C, sicuramente una delle sue più grandi vittorie.
L’imperatore Valentiniano III° con una sua congiura lo fece uccidere, privando così Roma del suo più grande e forte difensore rimastole: un esempio di stupidità ed idiozia
politica da Guinnes dei primati.
Questa congiura accelerò la fine dell’Impero d’Occidente del 476 d.C.
La morte di Flavio Ezio segnava la fine del glorioso impero romano.
La cattiva e stupida politica finiva, come spesso accade per distruggere tutto anche coloro che l’alimentavano con la loro stupidità.






Nessun commento:

Posta un commento