sabato 22 aprile 2017

il grande DEMOCRITO

Socrate è un filosofo di grande fama, suo contemporaneo Democrito filosofo e scienziato, gode di minor fama, eppure il suo contributo allo sviluppo della scienza è stato sicuramente importantissimo.
Democrito scopriva 400 anni prima della nascita di Gesù Cristo, che la materia è formata dal vuoto e da atomi in continuo movimento. Democrito arrivò  alle sue conclusioni, con un'osservazione attenta: L'acqua e il vino quando si mescolano.
All'epoca di Democrito il vino era conservato in forma di pasta. Scigliendo questa pasta nell'acqua, l'acqua mutava di colore, diventando rossa poco alla volta.
Pensò quindi Democrito che lo scioglimento del vino nell'acqua, il vino fosse formato da minuscole particelle che distaccatesi  dalla pasta, si dividevano penetrando nell'acqua, colorandola di rosso. Anche l'acqua, pensò Democrito doveva essere formata come il vino.
La mescolanza di acqua e vino era dovuta, secondo Democrito al continuo  movimento di tali particelle.
Democrito era giunto alla stupefacente conclusione che le minuscole particelle che denominò atomi oltre ad essere indistruttibili, sono i costituenti ultimi di ogni cosa. Sempre secondo Democrito ogni atomo corrisponde a una sostanza diversa, con diverse proprietà. Questi atomi si spostano nello spazio con movimenti imprevedibili e disordinati.
Tutte le intuizioni di questo genio sono state confermata dalla scienza. La materia è piena di vuoto, la sua essenza è il movimento.
Dopo Democrito per 2.000 anni le sue teorie sono rimaste in soffitta.

Nessun commento:

Posta un commento