sabato 30 novembre 2013

Buona DOMENICA:)


Buona DOMENICA

e una felice Settimana

SARA  - Savino Giacomo Guarino



Delusi dal Paese ma soprattutto dalla Farnesina: l'intervento dei consigleiri

Delusi dal Paese ma soprattutto dalla Farnesina: l'intervento dei consigleiri

CORTE Dei Conti: GRAZIEEEEEEEEEEE


La Corte Dei Conti
<<I soldi pubblici per i partiti?
Illegittimi dal 1993>>.
(Libero, sabato 30 nov embre 2013, pag. 13)
                                         ______________

Nel rimandare alla lettura dell'articolo, voglio ringraziare la Corte Dei Conti, per avere dichiarato quello che molti cittadini comuni (di cui ci si ricorda al momento del voto è ora di pagare le tasse) pensavano da tempo. Sarebbe ora che la si finisse con i soldi pubblici ai partiti, che si chiamino rimborsi o altro.
I partiti si facciano sostenere dai loro iscritti e simpatizzanti, come avviene in altri Paesi.
Ancora una volta grazieeeeeeeeeeeeeeeeee Corte Dei Conti.  

Dal varesotto


Nel Varesotto
Vietato benedire la scuola a Natale
Preside elementare  proibisce la preghiera:offende l'Islam. Ma i musulmani sono i primi a protestare.
(Libero, pag.18, sabato 30 novembre 2013, di Andrea Morigi)
           ---------------------------------------------------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo, mi chiedo ma da quando "la preghiera" offende qualcuno? Chiunque prega nella sua religione non offende nessuno, ma onora il Creatore.  A sentire certe tesi c'è solo da restare a bocca non aperta ma addirittura spalancata. 

Inchiesta sui rimborsi in Piemonte


Inchiesta  sui rimborsi in Piemonte
Cota  vola in Giappone
per scappare dalle polemiche
(Libero, sabato  30 novembre 2013, pag.12)
                                    ----------------------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo, come cittadino piemontese, mi auguro che quanto prima in Piemonte si possa tornare a votare per eleggere un nuovo Consiglio regionale.

La rivolta dei privilegiati

La rivolta dei privilegiati
Ora si infuriano  pure le banche:
basta prendere quattrini da noi.
(Libero, sabato 30 novembre 2013, pag.6 , di Francesco De Dominicis)
                                          -----------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo qualche mia considerazione.
Se in Italia c'è qualcuno che dovrebbe infuriarsi, non credo che debbano essere proprio le banche. Recentemente alcune misure del Governo vanno decisamente in loro favore.
Cosa dovrebbero dire  i pensionati: "basta prendere quattrini da noi".
Cosa dovrebbero dire i lavoratori dipendenti: "basta prendere quattrini da noi".
Alle banche vorrei ricordarer che l'85% del gettito IRPEF arriva dai pensionati e dai lavoratori dipendenti.
Non si dimentichi che i bancari sono ad oggi senza un contratto.
Alle banche vorrei dire che loro hanno poco, molto poco da infuriarsi, dovrebbero ringraziare tutti i Governi che con varie leggi le hanno sempre sostenute ed aiutate. 

venerdì 29 novembre 2013

A proposito di giustizia

Giustizia, salta il referendum
La grana passa al Parlamento
(il Giornale, venerdi 29 novembre 2013, pag. 12, di Anna Maria Greco)


I referendum sui magistrati
<< Firme insufficienti>>
no ai quesiti radicali
(Libero, venerdì 29 novembre 2013, pag.10)
                                         --------------------------

Nel rimandare alla lettura dei due articoli qualche considerazione.
Il fatto che questi referendum non abbiano raccolto il numero di firme mecessario è l'ulteriore dimostrazione di un diffuso modo di pensare.
In Italia spesso si sentono lamentele e proteste, "bisogna cambiare, serve una riforma della giustizia", peccato che quando si tratta di passare dalle parole ai fatti, ecco che arriva la classica bolla di sapone. Ho una mia personalissima idea, ribadisco personalissima: In Italia a molti questo sistema piace e va benissimo così. Se così non fosse non si spiegherebbe il fatto che da lustri non si cambi quasi nulla. Il modo di pensare è un qualcosa di profondamente radicato, in ognuno di noi. Cambiare il modo di pensare è difficilissimo a volte praticamente impossibile. E' più facile rinforzare in una persona una sua convinzione, invece di riuscire a fargliela rivedere.
In Italia vincono sempre i moderati, il centro ha sempre fatto la parte del leone e dal centro raramente partono delle vere riforme.
E' da tempo finita l'epoca delle varie posizioni: Sinistra e Destra, con le varie sfumature. Qualcuno sosteneva che esistono le sinistre e le destre e non una sinistra e una destra.
Il sistema elettorale maggioritario ha portato all'attuale situazione: centrodestra e centrosinistra, il resto di fatto è sparito, grazie soprattutto all'eliminazione del proporzionale ed al trionfo del maggioritario.
Difficilmente potrà cambiare qualcosa a livello di "riforme". Di riforme tutti ne parlano, il problema è capire chi veramente le desideri. 

mercoledì 27 novembre 2013

Consigli Regionali

Il caso  Inchiesta sui rimborsi del consiglieri: 43 indagati, anche il governatore
Spese folli in Piemonte, scoppia la rissa in aula
Botte, insulti, gente a terra: bagarre quando prende la parola l'ex <<zarina>> Bresso.
( il Giornale, mercoledì 27 novembre 2013, pag.12 di marco Traverso)


Dall' Emilia alla Calabria
Cene e viaggi con i nostri soldi
Inchieste in 4 regioni su 5
Rimborsi gonfiati e spese folli: indagini in 16 consigli. E in Piemonte finisce a botte.
(Libero, mercoledì 27 novembre 2013, pag.13, di Chiara Pellegrini).
                             -----------------------
Nel rimandare alla lettura degli articoli, c'è da restare a bocca aperta.
Come cittadino piemontese, mi auguro che presto si possa  tornare a votare per un nuovo Consiglio regionale.
 

lunedì 25 novembre 2013

Da restare a bocca aperta.

Ero sul bus ed accanto a me due signore parlavano, non ho potuto fare a meno di sentire i loro discorsi.
"Mia suocera si è dovuta ricoverare in una struttura di assistenza, non è più in grado di vivere sola. Dovrà pagare l'IMU in quanto avendo preso lì la sua residenza è come se fosse una seconda casa".
Non conosco la questione, non so se quanto affermato dalla signora è vero. Se fosse vero, la politica dovrebbe provvedere a modificare la situazione; altrimenti c'è veramente da restare senza parole.  

sabato 23 novembre 2013

Buona DOMENICA:):):):)

Buona Domenica a tutti i visitatori e visitatrici.
Auguriamo a tutti una felice settimana.
Sara - Savino Giacomo Guarino. 

FLOP

Il flop dei sindaci radical-chic
travolti dalla rabbia popolare
Doria  a genova assediato da lavoratori e sindacati  è  l'ultimo esempio del fallimento.
Promettev ano la <<rivoluzione arancione>>, ma ora i cittadini rimpiangono il passato.
(il Giornale, venerdì 22.11.2013,pag.10)
                                  ----------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo, mi viene alla mente       un ritornello che da qualche tempo sento da amici e conoscenti: "si stava meglio quando pensavamo di stare peggio, durante la I° Repubblica, che ora è da rimpiangere". E se avessero ragione?

Cuneo fiscale

Stallo  anche sulle deroghe ai contratti
<<Il taglio al cuneo fiscale è ridicolo>>
(Libero, venerdì 22.11.2013, pag.25, di  Alessandro Giorgiutti)
                                -----------------------
Nel rimandare alla  lettura dell'articolo, una sola considerazione, in una "Repubblica fondata sul lavoro", perchè il lavoro  è ancora tassato come una merce di lusso?

mercoledì 20 novembre 2013

Aiutiamo la Sardegna.

Si scava nel fango
Esplode la rabbia degli sfollati :<<Perchè nessuno ci ha avvisato?>>
(Libero, mercoledì 20 novembre 2013, pag.17)

Il nodo dell'allerta
Nel mondo interconnesso
non riusciamo a dire :<<Attenti>>.
Partito lo scaricabarile sulle colpe: sommersi dalla comunicazione, il messaggio più semplice non è arrivato. Solo leggerezza?
(Libero, mercoledì 20 novembre 2013, di Mario Giordano)


<<I crolli di quei ponti trascurati sono una sconfitta per il Paese>>.
L'architetto specializzato in costruzioni sotterranee: <<Il problema più grave è la mancanza di manutenzione>>.
Molte opere a rischio.
(il Giornale, mercoledì 20 novembre 2013, pag.14, di Marino Smiderle)

Il ciclone fa 16 morti
L'isola devastata: Un miliardo di danni.
(il Giornale, mercoledì 20 novembre 2013, pag.12 di Tiziana Paolocci)
                             -------------------
Nel rimandare alla lettura degli articoli, alcune considerazioni:
1) Il problema dissesto idrogeologico a livello nazionale è un problema datato. Se ne parla, se ne parla, se ne parla ma quando è ora di predisporre un Piano di interventi a livello nazionale pare che non si riesca ad andare avanti.
2) I geologi da tempo hanno lanciato l'allarme e prodotto documenti scientifici di alto livello sulla questione.
3) Purtroppo in Italia manca un forte movimento ambientalista che esiste in altri Paesi.
4) Negli ultimi 50 anni in Italia abbiamo avuto altri disastri alluvionali.
5) Si tira sempre in ballo la natura, dovrebbe però ricordarsi che la natura ha fatto quello che era prevedibile. La cementificazione selvaggia, l'inquinamento, ecc., non sono opere della natura ma dell'incuria dell'uomo. Dare la colpa alla natura dell'incuria umana mi sembra francamente un'assurdità.
                       




Sondaggi - sondaggi - sondaggi

Il paradosso
Grillo ha cinque stelle solo nei sondaggi
A livello nazionale gli analisti danno al M5S più del 20%. Ma quando si vota (Roma, Friuli e Basilicata) il flop è sistematico.
(Libero, mercoledì 20 novembre 2013, pag.9, di Mattias Mainiero)
                                      ------------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo, qualche considerazione:
1) I sondaggi, qualsiasi sondaggio, non ha il dono dell'infallibilità.
2) E' comprovato che qualsiasi movimento di protesta, non sempre riesce a trasformarsi in movimento di proposta. Protestare è cosa assai diversa dal proporre. La vera protesta dovrebbe essere sempre una proposta. Proporre soluzioni concrete ed attuabili ai singoli problemi del Paese.
Un politico del quale mi sfugge il nome, amava ripetere <<promettete meno di quanto potete mantenere>>.


sabato 16 novembre 2013

6 milioni di euro

Montecitorio fa la pro loco:
speso sei milioni in chiacchiere
La Camera dei Deputati in tre anni butta via una cifra stellare per organizzare una miriade di eventi.
(il Giornale, venerdì 15 novembre, pag.11 di paolo Bracalini e Vittorio Macioce).
                                  -------------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo, una sola considerazione: Quando potremo andare a votare con una nuova legge elettorale per eleggere un nuovo Parlamento?

Dirigenti pubblici italiani

I dirigenti pubblici guadagnano più di Obama
(il Giornale, venerdì 15 novembre 2013, pag.10, di Antonio Signorini)
                                          -------------------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo, alcune considerazioni:
- Cosa si aspetta a mettere un tetto ai guadagni dei manager?
- La crisi che colpisce milioni di famiglie italiane, non è un motivo sufficiente, a tagliare certi stipendi?

60.000 € per le agende.

Il premier spende 60 mila euro in agende
Letta ne ha ordinate all'Istituto Poligrafico dello Stato e alla catena di negozi Buffetti. E non ha badato ai costi:quaderni in pelle di vitello, fogli di carta velina, rubriche telefoniche, penne a sfera di metallo e oltre 2000 calendari...
(Libero, sabato 16 novembre 2013, pag. 10, di Fosca Bincher).
                           ---------------------
Nel rimandare  alla lettura dell'articolo, come pensionato resto senza parole. Viviamo una crisi economica pesante, si continua ad agire sulla leva fiscale, ed apprendere simili notizie fanno seriamente riflettere. 

giovedì 14 novembre 2013

RED HAIR

I used to like chocolate brown, glossy hair... But i basically love RED HAIR...long wavy red hair would be my dream Mi piacciono da matti i capelli rossi, lunghi e ondulati...Io li ho di natura lisci e castani... QUindi, tinta! A voi, il rosso piace??? Per me, niente da fare, RED is RED !!!!!

mercoledì 13 novembre 2013

Controversie condominiali

Parlavo con un mio amico avvocato, che mi spiegava  che le "controversie condiminiali", provocano un alto numero di cause civili e a volte penali. I condomini non si sono scelti, si ritrovano a convivere in un palazzo e a condividere le parti e i servizi comuni:Ascensore, cortile,ecc. Tutto può essere un motivo di discussione, dalla porta dell'ascensore rimasta aperta, al portone che sbatte. La crisi e le difficoltà, chiaramente aumentano il pericolo di discussioni. Un capitolo a parte   meritano le "Assemblee condominiali", nel corso delle quali si formano vere e proprie fazioni. Personalmente da anni ho preferito rinunciare a partecipare a queste assemblee. Un dato è certo, la litigiosità condominiale, purtroppo è un fenomeno diffuso da sempre.
S.G.Guarino.    

Aumentare il canone RAI?

Vogliono aumentare   il canone RAI   di 6 euro.
(Libero, martedì 12 novembre 2013,  pag.5)
                                          ----------------------------
Nel rimandare alla lettura  dell'articolo, in qualità di abbonato, mi auguro che questo aumento non si realizzi. Il canone RAI ha continuato a lievitare nel corso degli anni, sarebbe ora che questo aumento si arresti.
S.G.Guarino

lunedì 11 novembre 2013

A proposito di pensioni.

Tagli in arrivo
Mani in tasca ai pensionati
Il vizietto che non passa mai (pag.1)


Truffa di Palazzo sulle pensioni
Nuova batosta sugli assegni, ormai i vitalizi sono in balia di chi comanda. (pag.9)
(il Giornale, lunedì 13 novembre 2013, di Vittorio Feltri)
                                       --------------------------

Nel rimandare alla lettura dell'articolo, alcune considerazioni. Un cittadino lavora una vita.
Una vita di trattenute in busta paga.
Alla fine se ne va in pensione. La sua pensione però potrà variare, a seconda delle decisioni politiche.
Da una parte il cittadino che con le trattenute alla fonte non scappa. Dall'altro un sistema che può decidere di abbassare la pensione, in base a decisioni politiche.
In Italia non esiste un forte partito dei pensionati, in grado di far sentire la voce di questa categoria. Quando si arriva alla pensione non si è più giovani, è più difficile far sentire la propria voce e manifestare per i propri diritti.
    

mercoledì 6 novembre 2013

Abusivismo e falsificazione dei prodotti.

Commercianti in trincea
nella battaglia ad abusivismo
e falsificazione dei prodotti
Al via la settimana di protesta contro due dei fenomeni che più affossano l'economia del terziario, oltre al calo dei consumi.
(il Giornale del Piemonte, martedì 5 novembre 2013, pag.9, di Massimiliano Sciullo).
                                      -----------------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo, qualche considerazione.
Abusivismo e falsificazione dei prodotti, sono due piaghe che da tempo riguardano il nostro Paese. Servono interventi decisi e risolutivi. Una legge, qualsiasi legge da sola non è mai sufficiente a risolvere i problemi, se non è accompagnata da una serie di controlli periodici. In Italia le leggi abbondano, ma non abbondano i controlli. Solo con maggiori controlli periodici, si potranno debellare queste due piaghe, che danneggiano fortemente i commercianti  regolari.
Savino Giacomo GUARINO.  

La protesta degli ambulanti a Torino

LA PROTESTA
Ambulanti contro la TARES
corteo e assedio a Porta Susa
I mercatali hanno occupato per oltre quattro ore i binari impedendo la circolazione dei treni sulla Torino Milano.
(il Giornale del Piemonte, mercoledì 6 novembre 2013, pag.3, di Ilaria Dotta).
                              ------------------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo, qualche considerazione.
Ieri mi ha fatto impressione passare dal mercato di Porta Palazzo e vederlo senza nessuna bancarella. Questa immagine, mi ha trasmesso un senso di vuoto ed anche un pò di tristezza.
S.G.Guarino.

sabato 2 novembre 2013

La procura indaga


Il sistema Torino finisce nel mirino dei Pm
Dopo lo scandalo Murazzi la procura intende approfondire << lo stile gestionale>> del Comune.
(Il Giornale del Piemonte, giovedì 31 ottobre 2013, di Simona Lorenzetti, a pag.5)
                                      ---------------------
Nel rimandare alla lettura dell'articolo,  non resta che attendere i futuri sviluppi della vicenda. 

Trenta Miliardi di euro

L'inchiesta di Panorama
Gli sprechi pubblici, costano 30 miliardi
Uno studio rivela: per telefonini, arredi, auto e altri beni la PA spende anche il 400% più del dovuto.
(Libero, giovedi 31 ottobre 2013, pag.9, di Luciano Capone)