venerdì 31 maggio 2013

I privilegi degli ex presidenti di Camera e Senato.



Nessun partito ha ancora presentato una proposta di legge di un solo articolo, così concepita: “I privilegi degli ex presidenti di Camera e Senato, sono aboliti”.  Si tratterebbe di una proposta di legge a costo zero ed altamente apprezzata da moltissimi cittadini.
Mi domando ma è così difficile da presentare?

lunedì 27 maggio 2013

Elezioni amministrative, il flop M5S e la lezione di Ignazio Marino - Peter Gomez - Il Fatto Quotidiano

Elezioni amministrative, il flop M5S e la lezione di Ignazio Marino - Peter Gomez - Il Fatto Quotidiano

Elezioni Amministrative 2013: alle 19 affluenza in calo. A Roma meno 14 punti - Il Fatto Quotidiano

Elezioni Amministrative 2013: alle 19 affluenza in calo. A Roma meno 14 punti - Il Fatto Quotidiano

Un settantenne molto in gamba.



Quando frequentavo la facoltà di legge, conobbi uno studente particolare: Si laureava a 70 anni e si era iscritto a  65 anni.  Aveva conseguito il diploma di ragioniere a 65, si era poi iscritto a legge. Ci laureammo lo stesso giorno nella stessa sessione di esami di laurea. Una volta gli chiesi perché lo fai? Mi rispose :<<La mia famiglia non aveva la possibilità di farmi studiare, così mi sono dovuto fermare alla III° media. Ho sempre fatto l’operaio. Ho voluto dimostrare a me stesso quanto valevo. Lo dovevo a me stesso. Se Dio vorrà magari dopo la prima mi prendo anche la seconda laurea>>. Ci siamo poi persi di vista, e non so se ha conseguito una seconda laurea, di una cosa sono certo: Era un grande uomo, che ha utilizzato al meglio il Talento che DIO gli aveva donato.

giovedì 23 maggio 2013

Difesa, l’esercito chiede fondi (e F-35): “Non sono escluse altre guerre” - Il Fatto Quotidiano

Difesa, l’esercito chiede fondi (e F-35): “Non sono escluse altre guerre” - Il Fatto Quotidiano

Lo ius soli in Italia: tanti s� e tanti no

Lo ius soli in Italia: tanti s� e tanti no

Carceri, il ministro Cancellieri: “Quelle italiane non sono degne di un paese civile” - Il Fatto Quotidiano

Carceri, il ministro Cancellieri: “Quelle italiane non sono degne di un paese civile” - Il Fatto Quotidiano

Si vota?



La prossima domenica (e il lunedì seguente) si voterà in 16 capoluoghi di provincia e in ben 548 comuni: Fra questi il Comune di Roma e relativi Municipi.
Si voterà anche per rinnovare la regione della Valle D’Aosta.
La mia impressione è che di queste elezioni si parli poco.
 

Regolamentare i partiti.



 Una recente proposta di legge vuole, regolamentare i partiti:
- Personalità giuridica.
- Registrazione.
- Statuto.
- Elenco degli iscritti.
- Dirigenti.
- Bilanci.
Tutto quanto pubblico e dichiarato.
Questa proposta non piace a tutti. A questo proposito mi preme ricordare, due personaggi illustri che aveva proposto, a suo tempo, una legge quasi identica: Mi riferisco a Costantino Mortati (1946) e don Luigi Sturzo (1958).
In conclusione questa proposta di legge raccoglie delle istanze a suo tempo presentate ma purtroppo non accolte.

Aumento aliquota IVA.



 In molti si chiedono a cosa serve l’aumento dell’aliquota ordinaria dell’IVA, aumento che quasi sicuramente produrrà un gettito inferiore all’attuale: Il motivo? Avverrà una contrazione dei consumi.
Il rilancio dei consumi è indispensabile per una crescita della nostra economia. Con l’attuale “pressa fiscale” il rilancio dei consumi è sempre  molto difficile.

In ricordo di don Andrea GALLO.



 Ieri all’età di 84 anni si è spento don Andrea Gallo, un sacerdote che ha dedicato la sua vita al servizio degli ultimi.
Riposa in pace caro don Andrea.

L' Esercito nelle città.



 Secondo i dati raccolti dall’Esercito italiano, negli ultimi cinque anni l’operazione “Strade sicure” ha portato all’arresto di 14.000 persone, alla denuncia di 8.100 cittadini, e al fermo di altri 7.200.
Dall’agosto 2008 al maggio 2013, sono stati compiuti controlli su 1,85 milioni di persone e su oltre 1.000.000 di autoveicoli.
Dati importanti sul fronte dei sequestri:
- 440.000 di materiali;
- oltre 11.000  autoveicoli;
- 520 armi;
- 2.000 kg. di droga.
Un grazie a tutti i militari impegnati.

venerdì 17 maggio 2013

La riforma dell'art.117 della Costituzione.



I consulenti del lavoro di Monza e della  Brianza, si sono riuniti a Congresso (16 maggio 2013), nell’interno del parco della Villa Reale. Hanno parlato, fra l’altro di burocrazia. Si sono soffermati sulle problematiche derivanti dalla riforma dell’art. 117 della Costituzione.
Questa riforma ha portato a una frammentazione normativa in materia di lavoro. Attualmente esistono:
1-  Venti diversi regimi in materia di apprendistato.
2-  Venti diversi regimi in materia di  tirocinio.
3-  Venti sulla Cassa integrazione in deroga.
In alcune regioni esistono norme ad hoc, in altre vi sono vuoti normativi.
Un giovane della Sardegna non potrà ottenere un contratto d’apprendistato, in Sardegna non saprebbero quali norme applicare.
In ogni regione inoltre, le norme nazionali vengono interpretate in modo difforme.
Questo è uno dei tanti problemi al quale la politica deve dare risposte precise.

Imu, stop fino al 16 settembre per la prima casa. Per la Cig “un milardo tondo” - Il Fatto Quotidiano

Imu, stop fino al 16 settembre per la prima casa. Per la Cig “un milardo tondo” - Il Fatto Quotidiano

Emilia: Risarcimenti al rallentatore.



Riporto una lettera di un cittadino, pubblicata su Libero del 16 c.m. a pagina 27.
 In Emilia risarcimenti al rallentatore.
“Leggo che lo Stato italiano, ad un anno di distanza dalla tragedia che ha colpito quelle terre, ha liquidato solo l’ 1 per cento dei danni subiti dai terremotati dell’Emilia Romagna. Ma i soldi derivanti dalle accise applicate ai carburanti a favore di questi sventurati dove sono finiti?”.
                                          _____________

E’ mai possibile che alle tante parole che seguono a terremoti,…, non seguano fatti concreti degni di questo nome?

Sequestro probatorio:Computer e pen drive.



La Corte di Cassazione, VI° sezione penale, con sentenza n. 21103 del 16 maggio 2013, ha stabilito che può essere sequestrato il computer e la pen drive del professionista, accusato di dichiarazione (dei redditi) infedele. La legittimità del sequestro probatorio, deve essere valutata sulla utilità all’espletamento delle indagini; al fine di acquisire prove certe o prove ulteriori, non reperibili in altro modo.

giovedì 9 maggio 2013

Il giardino per i bimbi diversamente abili.



 Milano ha creato un giardino per i bimbi diversamente abili.
Trovo questa iniziativa meritevole della massima attenzione. Vorrei che anche nella mia città, sorgessero giardini per i bimbi diversamente abili. In Italia, a livello generale, i diversamente abili costituiscono una realtà a parte, diversamente da quanto accade in Paesi più attenti al problema, un esempio è la  Svezia. 
La città è di tutti. In una città vivibile devono esistere giardini dove i bimbi diversamente abili, possano giocare e vivere pienamente la loro infanzia. Una città è a misura d’uomo quando non dimentica i cittadini diversamente abili, cittadini a pieno titolo che in quanto tali devono potersi muovere e vivere liberamente la loro città.

Situazione nelle carceri.



 A quando in Italia una riforma delle carceri?
L’articolo 27, 2° comma della Costituzione è chiaro: “le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”.
Sono  64 anni che quest’articolo attende di essere attuato. Salvo qualche eccezione (il carcere di Bollate) nelle carceri i detenuti vivono un sovraffollamento denunciato da tempo. Il detenuto è sempre un cittadino, il diritto alla salute ad esempio rimane valido anche per chi è in carcere. I suicidi e le forme di protesta delle nostre carceri non si contano. La riforma delle carceri, una faccia della riforma della giustizia, è necessaria ed improrogabile. I costi in vite umane e sofferenze diventano sempre più alti. Il grado di civiltà di un Paese si vede anche dalla situazione carceraria.

Igiene in panetteria.



 In diverse panetterie della mia città c’è una abitudine molto discutibile: Il negoziante tocca  il pane  con la stessa mano con la quale prende i soldi e consegna il resto al cliente. 
Questa prassi è contraria all’igiene ed alla relativa normativa. 
Come ci si dovrebbe comportare in questi casi  è noto: Avere un cassiere, mettere i guanti, usare le apposite pinze in metallo.Non ho mai visto nessun cliente fare notare la questione al panettiere. Tutti zitti, in fila senza vedere quello che accade in quel momento davanti ai propri occhi. Come è possibile?Ritengo che sarebbe opportuno fare dei controlli al fine di far cessare questa brutta abitudine. E’ giusto criticare la politica e le scelte del Governo che non condividiamo. E’ però altrettanto giusto, come cittadini, intervenire dove possiamo per migliorare quello che è migliorabile intorno a noi.  

Carta bollata.



“I  ceppi della umanità tormentata son fatti di carta bollata”.
F.Kafka – (1883- 1924).
                                  _______________________

La carta bollata e le marche da bollo, sono balzelli che gli Italiani conoscono bene.
Ricco o povero prima o poi hai a che fare con carta bollata e marche da bollo.
 Qualche giorno fa ho richiesto il duplicato di un documento in bollo: 14,62 euro di bollo per la domanda e 14,62 per il bollo da attaccare al documento. In entrambi casi, carta, carta che lo Stato fa pagare a peso d’oro.

Arte culinaria.



“Dipende, nella sua evoluzione, dallo stato psicologico dell’umanità e segue necessariamente gli impulsi che le vengono da lei. Trova le migliori possibilità di sviluppo dove non esistono afflizioni che impediscono una conformazione piacevole della vita, laddove la situazione finanziaria non dà adito a incertezze per il futuro, in una parola laddove non è necessario badare al centesimo, perché è proprio l’arte culinaria il fattore più importante di una delle maggiori gioie che sia dato di godere agli uomini”.  
Augusto Escoffier (1846 – 1935)

Corruzione, la Banca d’Italia avverte: “I politici sono i soggetti più a rischio” - Il Fatto Quotidiano

Corruzione, la Banca d’Italia avverte: “I politici sono i soggetti più a rischio” - Il Fatto Quotidiano

La resa alla manipolazione.



“Una volta che abbiamo consegnato i nostri sensi e i nostri sistemi nervosi alle manipolazioni di coloro che cercano di trarre profitto prendendo in affitto i nostri occhi, le orecchie e i nervi, in realtà non abbiamo più diritti”.
McLuhan  Herbert Marshall – sociologo canadese.

Spinta al "cambiamento".



“Di  solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose”.
Malcom X (1925  - 1965).

Convincere.



 Non bisogna vincere l’avversario, ma convincerlo”.
Mahatma Gandhi (1869 – 1948).

Il proprio spazio.



“In casa, sia per gli uomini che per le donne, ogni gesto signfica crearsi un proprio spazio. Ma per le donne che possono generare la successione ininterrotta della vita, il rapporto con lo spazio assume fenomenologicamente  una rilevanza particolare […] Per queste vivere e abitare significa generare, capi, lasciarsi dietro una scia di nuove vite.”
Ivan Illich – sacerdote e sociologo austriaco.

Quartieri ghetto.



“Ogni grande città ha uno o più – quartieri brutti - , nei quali si ammassa la classe operaia. E’ vero che spesso la miseria abita in violetti nascosti dietro i palazzi dei ricchi; ma in genere le è stata assegnata una zona a parte nella quale essa, bandita dalla vista delle classi più fortunate, deve campare la vita per conto suo comunque vada”.
F. Engels (1820 – 1895).  

Il grattacielo



“Il grattacielo. Deve essere  in ogni suo minuto dettaglio, una cosa fiera ed altera, che sembra elevarsi verso l’alto per la semplice meraviglia di essere un fatto unitario, dall’alto in basso, senza la minima dissonanza”.
L.Sullivan (1856 – 1924) – architetto statunitense.

Lo speculatore edilizio.



“Lo speculatore edilizio si profila, oggi, come il più irriducibile nemico; è lui che manipola a proprio profitto l’enorme muraglia del tessuto urbano, contro il futuro della specie. Egli usurpa la quantità per por fine alla qualità. La vita è sopraffatta, diviene clandestina, scorre sotto il malsano trionfo della produzione quantitativa, di massa; l’arroganza della autorità si industria di sostituire il denaro alle idee”.
Frank  L. Wright (1869 – 1959) –  architetto  statunitense.

Un posto speciale.



“Casa propria è il posto dove l’ospitalità è per molti, ma dove due persone ostili starebbero a disagio. Casa propria è la dove ogni vostro pensiero può liberamente giocare come un fanciullo sulle ginocchia del padre; dove alla vostra voce risponde l’eco di una voce amica; dove i capelli si imbiancano senza che ve accorgiate”.
H. Ibsen Henrik (1828 – 1906) drammaturgo norvegese.

La casa



“Oggi la casa ha perduto il suo splendore patriarcale, per la maggior parte degli uomini è solo una abitazione, su cui non pesa più la memoria delle generazioni defunte, che non tiene imprigionati i secoli  futuri. Ma la donna si sforza di dare al suo – interno – il senso e il valore che aveva la vera casa”.
Simone de Beauvoir - (1908 – 1986) – scrittrice francese.

martedì 7 maggio 2013

A pagare "sempre i soliti".



Il presidente della Corte dei Conti, lo affermava nel marzo 2012: «In Italia gli onesti pagano troppe tasse». Recentemente lo ha riaffermato: In Italia assistiamo a una «una situazione di forte squilibrio nel prelievo fiscale ed ingiusto vantaggio di coloro che hanno concreta possibilità di autodeterminare la base imponibile dichiarata». Un’altra fonte autorevole la BCE (Banca Centrale Europea)  guarda all’IMU. A risentirne sarebbe il mercato degli immobili propria in conseguenza «delle misure decise per il risanamento dei conti pubblici, come l’aumento delle tasse sulla casa e la graduale cancellazione delle detrazioni fiscali a favore dell’investimento nel settore residenziale». Secondo alcune valutazioni nel 2013 la pressione fiscale reale (quella depurata dall’economia sommersa che non paga imposte) giungerebbe alla soglia del 54%. In attesa degli sgravi fiscali, che il Governo aveva promesso, a pagare saranno continueranno ad essere i soliti noti. L’importante però è non lamentarsi del calo dei consumi, se non si hanno soldi, questi non si potranno spendere. La botte piena o la moglie ubriaca resta un principio sempre valido!

"Reddito" di cittdinanza.



Il Padre Nostro è l’unica preghiera che contiene due indicazioni pratiche:
Padre nostro: Un solo Padre per tutti gli uomini, ovvero uguaglianza sostanziale.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano: Non solo cibo spirituale ma pane vero del quale nutrirsi. Pane per tutti nessuno escluso.
La nostra Costituzione pone il lavoro a suo fondamento e afferma che  ”Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale “. (Art.3  Costituzione).
Dignità sociale e mancanza di lavoro ( e di reddito) possono conciliarsi?
A mio modesto avviso NO!
Una proposta politica fondamentale da portare avanti, è l’introduzione in Italia di un salario minimo garantito o se si preferisce di un “reddito di cittadinanza” a tutti coloro che sono privi di lavoro e sprovvisti di qualsivoglia forma di reddito.
In Italia milioni di cittadini – non per propria colpa – sono privi di un reddito.
L’introduzione di una reddito di cittadinanza sarebbe un primo passo per rilanciare l’economia. Si creerebbe infatti una massa di denaro spendibile che aumenterebbe il livello dei consumi, migliorando la qualità della vita a milioni di cittadini. Una simile misura, sarebbe auspicabile per le stesse imprese: I prodotti delle imprese troverebbero nuovi acquirenti.
Un soggetto privo di reddito è un mancato risparmiatore.
Un soggetto privo di reddito è un mancato contribuente.
Un soggetto privo di reddito è un mancato consumatore.
Siamo in una fase molto critica dell’economia italiana, ed è importante comprendere che siamo tutti nella stessa barca. Pensare di rilanciare il Paese, guardando solo al proprio punto di vista, ovvero al proprio interesse immediato è miope e controproducente.
Bisogna trovare i fondi per dare un reddito di cittadinanza a tutti coloro che non hanno reddito. I fondi si trovano, basta volerli trovare.
Il reddito di cittadinanza costituirebbe una forte risposta di solidarietà – che pagherebbe non solo in termini economici – ma anche e soprattutto dal punto di vista dei consensi. Bisogna riscoprire il valore della solidarietà e l’attenzione verso i più deboli. Precari e disoccupati devono essere aiutati non con le parole ma con i fatti, il salario minimo garantito o il reddito di cittadinanza sarebbe un fatto incontestabile, che tornerebbe a vantaggio di tutto il Paese e soprattutto ad onore di chi ha il coraggio di farsene paladino.

Corsi per l'ascolto.



“La natura umana ci ricorda che siamo stati creati  con due orecchie e una sola lingua per insegnarci che dobbiamo tacere ed ascoltare il doppio del tempo che si impiega per parlare”.
Abate  Dinouart

Ascoltare è un arte. Una antica massima recita “chi parla semina e chi ascolta raccoglie”. In qualsivoglia attività umana, soprattutto in politica, è fondamentale ascoltare. Ascoltare quello che  viene detto. Spesso mi è capitato che dovendo acquistare qualcosa, il venditore anziché comprendere le mie esigenze, volesse vendermi il prodotto a lui più conveniente.
Esistono molti corsi di comunicazione, servono corsi che insegnano ad ascoltare.


Non solo informazioni.



“Comunicare non significa solo inviare informazioni all’indirizzo di un’altra persona. Significa creare negli altri una esperienza, coinvolgerli fin nelle viscere e questa è un’abilità emotiva.”
Daniel Goleman
                                    _______________________

I grandi predicatori riescono a toccare il cuore di coloro che li ascoltano.
Ogni grande predicatore ha il suo stile, tutti hanno in comune una cosa: Riescono a mantenere viva l’attenzione dell’uditorio, entrando non solo nelle loro menti ma anche e soprattutto nei loro cuori.
Dietro le loro parole c’è carisma e una vita di preghiera e di attenzione interiore. Una comunicazione efficace ed avvincente resta nella memoria per sempre, modifica dal di dentro è un qualcosa che cambia la vita della persona.

Informazione Consapevole: La giornata mondiale per la libertà di stampa

Informazione Consapevole: La giornata mondiale per la libertà di stampa:  Di Clara Ascione Nel 2012 sono stati uccisi 68 reporter, 38 sono stati rapiti, 879 sono stati arrestati ed infine 2000 sono stati mi...

Riduzione stipendi M5S, “non c’è accordo sulla restituzione dei rimborsi forfettari” - Il Fatto Quotidiano

Riduzione stipendi M5S, “non c’è accordo sulla restituzione dei rimborsi forfettari” - Il Fatto Quotidiano

Fiscal compact?



Cosa è il Fiscal compact? Qualcuno lo definisce una tagliola.

Dal  2015  i Paesi con un rapporto debito/PIL superiore al 60% dovranno riportarlo a quella soglia; avranno 20 anni di tempo per procedere.

Il relativo taglio annuale dell’indebitamento dovrà corrispondere a un ventesimo.

In Italia dovrebbero esserci sforbiciate di circa 45 miliardi di euro l’anno, si  dovrebbe arrivare a far calare il deficit  dagli attuali 2.017 miliardi di euro a circa 900 miliardi di euro.

Questa non sarà l’unica manovra ad essere messa in atto. Esiste anche l’accordo siglato in sede europea per il salvataggio dei Paesi schiacciati dalla crisi. Si tratta dei prestiti erogati dalla European Financial Stability Facility. Aggiungiamo ancora il contributo al capitale dell’European Stability Mechanism.

In conclusione nei prossimi decenni queste 3 voci si faranno sentire, l’importante è che il relativo peso venga ripartito con equità e non come spesso accade in Italia, sui soliti “noti”.

Una cura che non esiste.



Se un dio avesse concesso ai discepoli di Asclepio di curare la malvagità e la mente stolta degli uomini, ne ricaverebbero senza dubbio immensi guadagni.
Teognide.

Non tassare la prima casa.



Sulla prima casa non si paga l’IRPEF.
Sulla prima casa non si pagava l’ICI.
In base a quale criterio si è stabilito che sulla prima casa si doveva pagare l’IMU?
La prima casa non è un lusso è una necessità.
In Italia abbondano le imposte, molte sono indirette e le pagano tutti indipendentemente dal loro reddito.
In Italia il lavoro viene tassato come una “merce di lusso”.
Secondo alcuni non è possibile restituire ai cittadini l’IMU pagata nel 2012, mancherebbero le risorse.
Se ad esempio non si fossero acquistati i nuovi aerei militari F35 i fondi ci sarebbero tranquillamente.
Mettere un tetto a stipendi e pensionati d’oro, eliminare le 850.000 posizioni di privilegio, ecc. e di fondi ve ne sarebbero a sufficienza per le spese sociali e per diminuire la “pressa fiscale”.