giovedì 30 agosto 2018

La sapienza è uno spirito


Il Comune di Recanati usciva dai contrati Derivati - l'alfiere solidale

Strangolati dagli Strumenti finanziari derivati - l'alfiere solidale

l'importanza dell'atteggiamento - l'alfiere solidale

“La vita è per il 10% cosa ti accade e per il 90% come reagisci.”
(Charles Swindoll)


                                                                             ****
Una volta lessi questo pensiero “quello che veramente conta non è l’evento, bensì l’atteggiamento di fronte a quell’evento”.  Gi accadimenti della vita esigono sempre una nostra reazione, è quella reazione a fare la differenza e a determinare la nostra vita.
Una malattia, un problema, un avversità, richiedono sempre una reazione: è quella reazione a determinare il seguito.
Guarire da una malattia, richiede soprattutto la voglia di guarire del malato, senza questa voglia è difficile guarire.
Un problema lo si può subire o lo si può affrontare decisamente, cercando e trovando la soluzione.
L’avversità può trasformarsi in un’opportunità, dipende solo dall’atteggiamento personale.
La nostra reazione, la nostra capacità di risposta, la nostra voglia di metterci in gioco, sono i fattori determinanti per una vita al massimo od al minimo, dipende solo e sempre da noi.
(Savino  Giacomo  Guarino)
 
 

il pane dei Lavandai

“Ho conosciuto  una donna indiana che si rifiutò di acquistare una lavatrice dicendo: <<altrimenti dove va  a finire il pane dei lavandai>>”.
(A. K. Coomaraswamj)

Oltre #Cento #Tasse in Italia l'alfiere solidale

una VIRGOLA che costa molto cara al Contribuente.

Dal 2013 1,5 milioni di italiani, hanno rinunciato ad avere giustizia...

correva l' anno 2005 in Amazzonia - l'alfiere solidale

4.598.000 di persone in ITALIA sono in povertà - l'alfiere solidale

martedì 28 agosto 2018

è alta la Pressione Fiscale - l'alfiere solidale

Un treno da 1.200 km.l'ora

L' Educazione Stradale - l'alfiere solidale


Muovendomi molto spesso a piedi nella mia città, mi accorgo del nanismo del pedone e del gigantismo dell’automobilista. 
Intendiamoci, ci sono automobilisti prudenti e coscienziosi, ma ci sono anche veri incoscienti che guidano parlando al telefonino o pensando ai cavoli loro, incuranti dei pedoni che incrociano.
Mi rendo conto che l’auto, soprattutto in una città come Torino, ha sempre avuto una grande importanza. Non a caso Torino città dell’auto è ormai un clichè datato.  
Occorre però rendersi conto che esiste un diritto alla salute (art.32 della Costituzione) ovvero all’integrità psicofisica di qualsivoglia persona.
Telecamere e dossi in prossimità degli attraversamenti pedonali, ed altre misure idonee, garantirebbero maggior sicurezza per il pedone quando attraversa.
Prendere la patente è l’inizio di un percorso educativo, e non certo la fine di quel percorso.
(Savino Giacomo Guarino)

BUON GIORNO

   



Un felice martedì 28 agosto 2018 a tutti i visitatori del Blog.

#TORINO un Ospedale chiuso: Maria Adelaide - l'alfiere solidale

la lingua benevola


attenzione agli agguati dell'Imbroglione


attenzione all' Imprevisto


La formula per non avvilirsi - l'alfiere solidale

domenica 26 agosto 2018

il Trasporto fluviale - l'alfiere solidale

Il Piemonte dispone di una via di comunicazione importantissima ma  poco utilizzata: Il fiume PO.
In alcuni Paesi, ad esempio la Germania, il trasporto fluviale di merci è molto diffuso, mentre in Italia lo è molto poco.
Incentivare l’utilizzo del trasporto di merci via fiume, aiuterebbe a risolvere molti problemi di traffico e di inquinamento.
In Piemonte, come del resto in tutte le altre regioni, il trasporto di merci avviene essenzialmente su gomma, ovvero su strada.
Le merci viaggiano poco su rotaia e pochissimo via fiume.
Il Piemonte potrebbe diventare l’alfiere di questo nuovo modo di trasportare le merci, con gli indubbi benefici che ne deriverebbero.
(Savino  Giacomo  Guarino)  

venerdì 24 agosto 2018

BUON GIORNO

    



Un felicissimo venerdì 24 Agosto2018, a tutti coloroche visitano il Blog.
Grazie per le Vostre visite.

#Socialisminformatico - Disoccupati ITALIANI: una priorità da affrontare...

una CONOSCENZA nuova - l'alfiere solidale

Beato il giusto


la sapienza fa vivere chi la possiede



Qualcuno, leggendo questo versetto della Bibbia penserà : “io preferisco il denaro, la sapienza non mi paga le bollette, il denaro si”.
A prima vista un simile ragionamento non fa una grinza, se però ci si sofferma con calma a riflettere ci si accorge che è il sapere a determinare la vita delle persone.
Un medico, un ingegnere, un notaio,…, hanno retribuzioni decisamente superiori a quelle di persone che non hanno studiato; retribuzioni in grado di garantir loro una miglior qualità della vita.
Un bambino che frequenta la scuola, avrà un avvenire migliore di uno che non la frequenta.
Gestire del denaro, dai risparmi familiari a un patrimonio, richiede sapere.
Il non sapere, l’ignorare, può costare molto caro negli affari e nella vita.
In ogni professione, aggiornarsi, significa essere sempre all’avanguardia.
Qualsiasi persona, basta che lo voglia, può studiare e migliorare la propria esistenza.
E’vero “la sapienza fa vivere chi la possiede”, immaginiamo una persona che sta sanguinando copiosamente, se conosce come arrestare l’emorragia si salverà.
E’vero “la sapienza fa vivere chi la possiede”, immaginiamo una persona che sta soffocando per aver ingoiato una spina, se conosce come rimuoverla si salverà.
Lo studio, contrariamente allo sport, si può praticare ad ogni età.
Leggere, informarsi, aggiornarsi, mantiene in forma il cervello, ed un cervello attivo, aiuta a restare in buona salute. 
(Savino Giacomo Guarino)
 


 


mercoledì 22 agosto 2018

Potere e paure


Vincitore \ Sognatore

<<A volte il vincitore è un sognatore che non ha mai mollato.>> 
  (Jim Morrison)



P.S.
Se il post ti è piaciuto, diventa lettore fisso del Blog e lascia un commento.  Il tuo supporto è fondamentale per questo Blog!

lunedì 20 agosto 2018

il timore del Signore

Stringere la mano

"Non dimenticherò mai il giorno in cui, camminando per una strada di Londra, vidi un uomo seduto, che sembrava terribilmente solo. Andai verso di lui, gli presi la mano e gliela strinsi. E lui esclamò: <<Oh, dopo tanto tempo, questa è la prima volta che sento il calore di una mano umana>>. E poi il suo viso si illuminò. Era una persona diversa. Sentiva che c'era qualcuno che teneva a lui. Per la prima volta capii che un'azione così piccola poteva dare tanta gioia."
(Madre Teresa di Calcutta)

l'abuso di alcolici - l'alfiere solidale

Leggere e sfogliare i sogni

“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.”
(Arthur Schopenauer)

amanti della Saggezza


l'energia morale delle Donne

<<Se cerchiamo di paragonare l' energia morale delle donne a quella degli uomini, tenendo conto del necessario effetto avuto dall'ineguaglianza con cui i due sessi sono stati trattati da leggi, istituzioni, usanze, pregiudizi, e se concentriamo la nostra attenzione sui numerosi esempi che esse ci hanno fornito di disprezzo per la morte e la sofferenza, di costanza nelle risoluzioni e convinzioni di coraggio e intrepidezza, di grandezza spirituale,vedremo che siamo ben lungi dall'avere le prove della loro presunta inferiorità>>.
(M. J. A. de Condorcet)

la vita è come una commedia

<<La vita è come una commedia, non importa quanto è lunga ma come è recitata>>.
(SENECA)

Esplorare, sognare, scoprire - l'alfiere solidale

“Tra venti anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto… ma da quelle che non avete fatto. Levate dunque l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.”
(Mark Twain)
                            ****
                                                             *****
Quando frequentavo l’università, conobbi un pensionato di 73 anni, si era iscritto alla facoltà di giurisprudenza. 
Diventammo amici, ci eravamo capiti fin dal primo nostro incontro, ci piaceva parlare e confrontarci.
Una volta gli domandai quale motivo l’aveva indotto ad iscriversi a Giurisprudenza.
Ricordo ancora la risposta : “Vedi Savino, ho sempre desiderato studiare, purtroppo per vari motivi non ho potuto farlo; dopo la terza media ho iniziato a lavorare, un lavoro che mi ha dato da vivere ma nulla di più. Sono andato in pensione, ho voluto recuperare il tempo perduto: prima mi sono diplomato ragioniere, poi mi sono iscritto all’università. Potrò finalmente conseguire una laurea. Questo è stato il sogno della mia vita e con l’aiuto di Dio lo realizzerò”.
Ci laureammo insieme, ricordo ancora il giorno della sua laurea: erano presenti i suoi figli ed i suoi nipoti, quel giorno il mio amico realizzò il suo sogno, aveva fatto della sua vita una vera e propria meraviglia.
(Savino  Giacomo  Guarino)



P.S.
Se il post ti è piaciuto, diventa lettore fisso del Blog e lascia un commento.  Il tuo supporto è fondamentale per questo Blog!