sabato 30 gennaio 2016

Se cominciassero a pensare...

"Se i miei soldati cominciassero a pensare, nessuno rimarrebbe nelle mie file".
(Federico II di Prussia)

dare Consigli?

Il più grande inconveniente  del  dare  consigli è che la gente, poi ti vuole ricambiare il favore. 
Evito accuratamente pertanto di dar consigli a chicchessia.
Savino Giacomo Guarino.

Religione \ tecnica

“L’Occidente respira tecnica, L’Oriente respira religione”.
(Dalai  Lama, 1984)
****
La millenaria cultura cristiana  dell’Occidente, per molti ha perso il suo fascino. Eppure quella cultura ha ispirato poeti, pittori, scultori, musicisti.
Se tutte le opera ispirate da quella cultura – non esistessero, rimarrebbe poco, veramente poco.
Savino Giacomo Guarino.

le VIRTU'

“Al mondo ci sono le virtù autentiche e le virtù fasulle.
Basta spingere una virtù autentica oltre un certo limite, e subito diventa fasulla. Naturalmente le virtù fasulle riempiono il mondo, ma pretendono di sembrare autentiche”.
(Vittorio Buttafava) 

W il sistema elettorale PROPORZIONALE

 
Il sistema elettorale maggioritario ha di fatto aumentato il numero dei partiti, favorendo però i partiti maggiori.
Il precedente sistema elettorale <<proporzionale>> permetteva anche ai partiti minori di  avere una rappresentanza in Parlamento e non penalizzava i candidati con minori possibilità economiche.
Chi pensava che col maggioritario  la politica in Italia avrebbe avuto una svolta, dovrebbe ricredersi alla luce dei fatti.
Savino Giacomo Guarino.  

e il Debito Pubblico sale ancora.

Deficit pubblico
Deficit pubblico
Deficit pubblico
Oggi 30 gennaio 2016, il Debito Pubblico italiano ammonta a 2.294 miliardi di euro, e sale di secondo in secondo.

ANZIANI una risorsa importante.


La vita media si è allungata di molto. La nostra società vede sempre più ottantenni e novantenni, e questo è positivo, la vita è sacra ed il suo allungamento è positivo.
Purtroppo in Italia ci si dimentica di questo e non si garantisce a questi Cittadini l’attenzione che andrebbe loro riservata. Se non hanno familiari che li aiutano vengono abbandonati a loro stessi, quasi fosse una colpa il vivere a lungo. Una società si misura dalla attenzione che riserva ai più deboli: Anziani e bambini. Mi voglio soffermare sui primi. Sono pochissime le strutture geriatriche in Italia intendo quelle pubbliche. Le strutture private per anziani autosufficienti arrivano a chiedere anche 3.000 € mensili per la retta. Come può un anziano pagare simili cifre? Forse qualche riccone, ma le persone normali non possono certo. Se pensiamo ai milioni di anziani non autosufficienti: Parkinson, Alzheimer, demenze senili. Lo Stato italiano garantisce pochissimo. 
Un malato di Alzheimer richiede cure ed attenzioni per l’intero arco della giornata: Pagare una infermiera o più di una, che segua l’ammalato diventa un costo quasi impossibile: Molte famiglie sono finite letteralmente in rovina. Sarebbe ora che anche in Italia si avvii una politica concreta che affronti il problema degli anziani. 
Dopo una vita di lavoro e di sacrifici, una persona si ammala di Alzheimer… e resta sola con il suo dramma. Tutto si scarica sulla famiglia. 
E’ora che la classe politica italiana cominci ad affrontare il problema e molto seriamente. La società è destinata ad annoverare sempre più anziani, è giusto quindi ricordarsi di loro, ma non solo in campagna elettorale quando quei voti servono, ma sempre. Non si possono ignorare milioni di anziani autosufficienti e non, scaricando tutto sulla famiglia. Un anziano ha per anni lavorato e contribuito alla crescita dell’Italia. E’quindi giusto che l’Italia se ne ricordi.  
Savino   Giacomo   Guarino

non Abbandonare gli anziani

Per l’anziano la malattia più  grave è l’abbandono
Non la solitudine che può essere superata, l’abbandono no. 
Con i parenti che vanno in ferie, i negozi chiusi, i servizi carenti, la difficoltà anche a trovare il medico… questa è la via più sicura per indurre nell’anziano la depressione.
Un vecchio saggio amava ripetere al giovane <<Ero una volta come te, un giorno tu sarai come me!>>.
Savino GiacomoGuarino.

Abbandonano la terra

In tutto il mondo, milioni di contadini, hanno abbandonato l'agricoltura per andare a vivere nelle grandi città. 
La società post industriale, prende sempre più il posto di quella rurale.
Emergono nel pianeta nuove potenze. 
Le materie prime iniziano a scarseggiare, e per il controllo delle materie prime, nascono nuove rivalità.
Le crisi finanziarie ormai si ripetono periodicamente.
Nel XXI secolo, secondo una corrente di pensiero, si corre il rischio che nel pianeta, si verifichi quello che è accaduto, a livello economico, nell'Occidente.
La Rivoluzione industriale, ha segnato la storia dell'Europa.
L'Europa con la II Guerra mondiale, concludeva un periodo storico. Periodo iniziato nel XVI° secolo. Durante questi secoli, l'Europa fu il centro della Storia mondiale.
Savino Giacomo Guarino

giovedì 28 gennaio 2016

Quando sara stato detto tutto...

"Quando sarà stato detto tutto, bisognerà ridirlo, perchè tutto sarà stato contraddetto".
(A. S. Dalsème)

Quando si scrive...

"Quando si scrive  si  ha bisogno di una risposta d'amore".
(R. Barthes)

un testo

"Un  testo vuole che qualcuno lo  aiuti  a funzionare".
(U. Eco)

le funzioni dello Stato.

"Desidererei che lo Stato si concentrasse nella realizzazione delle sue funzioni specifiche e per il resto ci lasciasse vivere in santa pace".
(F. Braudel)

E' meglio vivere a lungo.

<<Si dice: è meglio vivere
un giorno da leone
piuttosto che un bel secolo
da mite pecorone.
Io, se dovessi scegliere,
per quanto strano appaia
vorrei campar da pecora
una lunga vecchiaia>>.
(ANONIMO)

la Monotonia

C’è poco da lagnarsi della monotonia delle abitudini, delle ripetizioni in cui la vita umana consiste.
Aristotele diceva che  l’abitudine è una seconda natura, perché fa ripetere con uniformità gli atti, rendendoli più spediti e meno faticosi”.

C'è un problema di interesse comune? Ci pensino gli altri.

   



<<Esiste un problema di interesse comune? Non è affar mio ci pensino gli altri!>>.  Questa frase l’ho sentita ripetere, nel corso della mia vita, un’infinità di volte.
Questa frase   è rivelatrice di un diffuso modo di pensare. Se il Paese è ridotto com’è ridotto, lo dobbiamo soprattutto a questo stile di pensiero.
E’giusto e doveroso criticare gli errori dei politici, bisognerebbe però ricordarsi anche degli errori dei Cittadini, di quei Cittadini che se ne infischiano di quanto accade intorno a loro!
Se non si forma un’ampia  maggioranza di cittadini attivi, ribadisco attivi, l’Italia non cambierà mai.
I partiti sono una componente della democrazia.
Lo strapotere dei partiti e la loro onnipresenza, non aiutano la democrazia partecipativa,  ma sviluppano solo quel fenomeno chiamato  partitocrazia.
Da soli i partiti non possono cambiare il Paese: quanti governi si sono alternati? Eppure il Debito  Pubblico continua a crescere.
Il Paese lo può cambiare solamente, una maggioranza trasversale di Cittadini attivi.
Porto un esempio di quanto sia difficile sensibilizzare persone su un problema. Davanti al portone  di casa mia, c’è da sempre un attraversamento pedonale. Io, mia moglie, mia figlia, abbiamo rischiato in diverse occasioni di essere investiti, se non lo siamo stati dobbiamo solo ringraziare DIO. Anche altre persone hanno corso lo stesso rischio.
Servirebbero:  una telecamera e  dossi per obbligare gli automobilisti a rallentare.
Ho chiesto ad alcune persone della zone, se erano disposte a scrivere al Sindaco o ai Polizia locale, nessuna ha voluto farlo.
In conclusione se nemmeno per la soluzione di un problema di questo genere, è facile sensibilizzare le persone, figuriamoci su problemi di carattere nazionale o regionale.
Savino  Giacomo Guarino



L'Italia è un Paese di vecchi?

 



In diverse scuole elementari di Torino, si insegna ai bambini questa tesi: In Italia la popolazione è composta in larga parte di anziani; l'immigrazione è utile a compensare il calo demografico, senza l'immigrazione in futuro ci sarebbero problemi a causa della denatalità in Italia.
Premesso che dal 2010 curo un blog l'alfiere solidale, pertanto credo nella solidarietà. Ritengo però che occorra fare delle precisazioni.
- L'invecchiamento inizia subito dopo la nascita, i giovani d'oggi saranno gli anziani di domani.
- C'è da chiedersi perché in Italia, non si segua l'esempio di altri Paesi, ovvero si incentivino le nascite: Ad esempio con sostegni economici alle Famiglie: una somma mensile per i primi 5 - 6 anni del bambino. Se lo Stato non aiuta le famiglie italiane, non c'è da stupirsi che vista la crisi e la povertà crescente, molte famiglie hanno timore a mettere al mondo figli.
- L'immigrazione è un fenomeno planetario, pertanto anche se in Italia nascessero molti bambini, arriverebbero ugualmente profughi che fuggono da guerre   e povertà.
- L'immigrazione in Italia pertanto è un fenomeno che a mio avviso, non ha molto  che fare col calo delle nascite.
Invecchiare non è una colpa, è positivo che in Italia la durata della vita media sia aumentata.
In conclusione è semplicistico e non dimostrabile che l'immigrazione in Italia, sia collegata alla denatalità. Nell'intera Europa c'è tale fenomeno.
Fin dal 1998 le Nazioni Unite erano a conoscenza del problema, immigrati nel Mediterraneo, c'è da chiedersi perché per tempo non si siano presi adeguati provvedimenti.
Savino Giacomo Guarino

Educare...

Educare ed insegnare non sono la stessa cosa.
La scuola non deve solo insegnare ma dovrebbe soprattutto educare.
Saper guidare è poca cosa senza l’educazione stradale.
Essere dei buongustai non implica un’educazione alimentare.
Suonare uno strumento non implica il possedere un’educazione musicale.
Bisognerebbe puntare sempre sia sull’istruzione che sull’educazione.
Savino Giacomo Guarino.

Privare un Popolo dei suoi ideali...


dinosauri della politica


I dinosauri della politica.
"Quando  si riuniscono fra loro,
nei loro bei palazzi,
fra camerieri, valletti e champagne, 
gozzovigliando  festosi, chissà come se la ridono.
La pacchia continua, a furia di bla bla,
promesse e buone intenzioni.
Vedi, vedi come se le bevono!
Consolidiamo il nostro potere.
Lasciamoli pure blaterare e lamentarsi,
tanto alla fine a spuntarla siamo
sempre noi, i dinosauri del potere.
In fondo, non siamo nati per questo,
per spremerli come limoni e farli ballare
al suono della nostra musica.
Quello che serve sempre è un pifferaio,
un pifferaio magico; ma di quelli ne troviamo
sempre a iosa, basta istruirli a dovere".
Savino Giacomo Guarino

annientare il male

"Perchè bisogna  che  il male sia un giorno annientato assolutamente e in ogni modo".
(Gregorio di Nissa)

la legge Morale

"L'uomo è consapevole della legge morale: tuttavia  ha adottato per massima di allontanarsi da  tale legge".
(I. Kant)

230 Famiglie al freddo in EMILIA - l'alfiere solidale

   



In Emilia, 230 Famiglie  sono al freddo.
A seguito del terremoto, queste  Famiglie vivono in moduli abitativi provvisori.
Il riscaldamento è solo elettrico. Pertanto il costo delle bollette dell'elettricità è elevato.
Trentaquattro Famiglie non sono in grado di pagare le bollette, more e taglio dell'elettricità.
Non sarebbe doveroso da parte dello Stato   intervenire?
Queste  Famiglie si trovano in questa situazione  e non per colpa loro, pertanto debbono essere aiutate,  e con urgenza.

martedì 26 gennaio 2016

la Musica è ambiente...

“La musica è ambiente, essa congloba quindi l’esecutore e fruitore nell’identità del tempo […] Essa crea anche partecipazione, coralità, ascolto e comunicazione; è l’arte socievole per eccellenza”.
(G. De Martino)