lunedì 31 agosto 2015

Girano attorno ai problemi invece di risolverli.



La classe  politica  di  un  qualsivoglia  Paese, che non intenda agire per risolvere i gravi problemi sociali, limitandosi a girarci attorno con un oceano di bla bla bla, provocherà un diffuso malessere nel Paese: droga, alcool, depressione ecc.
I problemi  si  affrontano con decisione  da chi ha la delega a governare, altrimenti quella classe politica, è un vero e proprio cancro che provocherà estese metastasi, che diverranno incurabili.

sabato 29 agosto 2015

difendiamo lo Stato sociale, un patrimonio da difendere.

 
La Costituzione ha voluto disegnare uno Stato sociale.
Uno Stato in cui il lavoro fosse il primo dei diritti, addirittura il fondamento della Repubblica.
Questa Costituzione è stata scritta con il sangue di tanti martiri che sono morti per la nostra libertà.
Secondo alcuni studiosi, la Costituzione indica la via per la costruzione di un Stato socialista democratico. Lo Stato sociale è un patrimonio che dobbiamo lasciare ai nostri figli e nipoti.
Da almeno un ventennio, è in atto un lento e progressivo attacco allo Stato sociale. Si vuole passare da uno Stato sociale ad un sistema liberistico, che pone al centro non più l’uomo ma il profitto e l’impresa.
Il lavoro cessa di essere un diritto diventando una  merce, merce che come tale può essere trattata. Questo è il punto da non sottovalutare: Se il lavoro perde la sua essenza di diritto, diventando una “merce” la libertà di licenziare diventa inevitabile;e inevitabile la perdita degli altri diritti.
Al liberismo diversi principi costituzionali vanno stretti.
La modifica dell’art.18 è un chiaro segnale: Il lavoro è trattato come merce.
Anche in presenza di un licenziamento illegittimo, non c’è più obbligo di reintegro, si versa una somma.
Una somma compensa la perdita di un diritto sancito dalla Costituzione? La risposta è si se si crede nel liberismo.
La risposta è NO se si crede nello Stato sociale.
I nostri figli e nipoti dovranno vivere in un sistema dove è facilissimo perdere il lavoro?
I nostri figli dovranno perdere tutti i diritti goduti dai loro genitori?
I nostri figli dopo una vita di lavoro dovranno accontentarsi di pensioni corrispondenti al 50% della loro retribuzione?
E’ questo il futuro che vogliamo lasciare ai nostri figli e nipoti?

Altri...


<<Altri menino vanto delle parole che hanno scritto: il mio orgoglio sta in quelle che ho letto>>.
(J. L. Borges)

Approdare a un libro


 “Il mondo esiste per approdare a un libro”.
(S. Mallarmé)

Il Tempio


lunedì 24 agosto 2015

Creare un ministero per la Piccola Industria?

 
Una mia amica mi diceva l’altro giorno:perché non creano un Ministero per la Piccola Industria?".
In Italia le piccole industrie sono in maggioranza.
Una maggioranza in grado di creare nuovi posti di lavoro, se adeguatamente sostenuta”.
Domanda intelligente bisogna girarla ai politici e vedere cosa rispondono.

il Risparmio delle famiglie

 
Sempre più famiglie sono obbligate a intaccare i loro risparmi per fare fronte alle spese crescenti. Secondo statistiche accreditate, di questo passo in una ventina di anni il patrimonio delle famiglie, ovvero i loro risparmi, rischiano di esaurirsi.
L’aumento delle imposte, la mancanza di lavoro e la crisi in generale, sono alla base del fenomeno.
Il risparmio è legato al reddito da lavoro, più è estesa l’occupazione stabile e più il cittadino può risparmiare.
Il risparmio delle famiglie ha garantito l’assorbimento dei titoli di Stato. Il risparmio delle famiglie è indispensabile allo Stato non lo si deve mai dimenticare. Il problema è chiaramente più sentito al Sud dove è minore la possibilità di risparmiare. Il cittadino del Sud ha più difficoltà a risparmiare, ma non certo per sua colpa.
Se cala la capacità di risparmiare, aumenta di conseguenza il fenomeno dell’indebitamento: Sempre più famiglie si vedono costrette ad indebitarsi.
Serve una cura energica per rilanciare l’economia italiana. Ritengo comunque che il precariato, il lavoro a tempo determinato, non siano strumenti utili a rilanciare il risparmio e la crescita. Disoccupazione e precariato mal si accordano con la possibilità di risparmiare.

Perchè lamentarsi?

                       

                       Non seguo la politica.
Non seguo la politica.
Non seguo la politica.
Allora non mi devo lamentare per l’elevata imposizione fiscale. Mi deve soddisfare quello che decidono gli altri.

I comandamenti sono chiari

 
“Capisco perché i comandamenti sono tanto chiari e privi di ambiguità: non furono redatti da un’assemblea”.
(K. Adenauer)

Un fatto incontrovertibile

 
Da quando presento il Modello 730, andavo sempre a credito di imposta, grazie alle varie detrazioni.
Quest’anno, per la prima volta, sono andato a debito.
Questo fatto mi dimostra, senza ombra di dubbio, che l’imposizione fiscale è aumentata.
Ora mi chiedo, ma dove risiede il tanto decantato cambiamento di rotta? Pressa fiscale prima, pressa fiscale ora.
I fatti sono questi – le chiacchiere non mi faranno certo  andare a credito di imposta.

Badare solo alla proprie cose

                       

                       Non seguo la politica.
Non seguo la politica.
Non seguo la politica.
Allora  non  mi lamenterò  se  la  mia  pensione  o la mia retribuzione non sono  adeguate al costo della vita

sabato 22 agosto 2015

Risolvere i problemi complessi

 
<<Potete trovare soluzioni ai problemi complessi semplicemente dividendo il problema in problemi più piccoli>>.
(P. B. Crosby)

Dialogo religione e scienza

 
La religione  e la scienza dovrebbero sempre dialogare. Non dimentichiamo che la scienza cerca di comprendere la causa dei diversi fenomeni che studia; mentre la religione aiuta a comprendere perché quei fenomeni accadono.
Sono certo di una cosa: La parabola dei Talenti è profondamente vera.
Tutti ma proprio tutti, riceviamo da DIO delle capacità – dipende solo da noi usarle al meglio. Soprattutto usare bene.

La scelta dei funzionari

  <<La base dell’esistenza o della rovina degli stati, il meccanismo dell’ordine o del disordine, consistono nella scelta illuminata o meno dei funzionari>>.
(Wang Fu)

Felicissima Domenica a tutti

A tutti i follower
A tutti i visitatori
di questo Blog
auguro
una felicissima  Domenica


Una sola moralità

<<Non esiste una moralità pubblica e una moralità privata. La moralità è una sola, perbacco, e vale per tutte le manifestazioni della vita. E chi approfitta della politica per guadagnare poltrone o prebende non è un politico. È un affarista, un disonesto>>.
(Sandro Pertini, su L'Europeo, 1973)

Solo gli scritti...

  “Solo gli scritti fanno sopravvivere i mortali con, per così dire, l’immortalità della fama, e consentono alle opere degli antichi,che essi tramandano ai posteri, di non sfiorare la vecchiaia”.
(Pietro  di Blois)

Il Debito Pubblico sale ogni giorno

 Anche oggi 22 agosto 2105, il Debito Pubblico è aumentato, idem gli interessi sul Debito Pubblico.
Se non riusciranno, coloro che hanno la delega a governare, a bloccarne la crescita, sarà impossibile diminuire la pressione fiscale.

il Capo

  “Il - capo – suscita e dirige le passioni, ma egli stesso ne è – immune- o le domina per meglio scatenarle, raffrenarle al momento dato, disciplinarle, ecc.; deve più conoscerle come elemento obiettivo di fatto, che – sentirle – immediatamente, deve conoscerle e comprenderle sia pure con – grande simpatia – (e allora la passione assume una forma superiore)”.
(A. Gramsci)

Rispettare i più deboli


Deuteronomio 24,  17.
“Non lederai il diritto dello straniero e dell'orfano e non prenderai in pegno la veste della vedova”.
********
Il Socialismo intramontabile, non l’ha creato l’uomo, ecco perché è eterno.

Confida nel Signore



Proverbi  3,  5 – 6.
Confida nel Signore con tutto il cuore e non ti appoggiare sulla tua intelligenza. Invocalo in tutte le tue vie ed egli raddrizzerà i tuoi sentieri.”

giovedì 20 agosto 2015

Possedere la sapienza

Proverbi  16, 16.
<<E’ meglio possedere la sapienza che l’oro e l’intelligenza più che l’argento>>.

Fama \ infamia

“Un padre deve ricordare che quando morirà lascerà in questo mondo i propri figli,eche questi a loro volta lasceranno i propri: lasci dunque loro la maggior fama e la minor infamia”.
(Proverbio cinese)

Non perdere la tua ignoranza...

 
“Mio padre che era un brav’uomo mi diceva: <<non perdere la tua ignoranza, non potrai mai sostituirla>>”.
(Erich Maria Remarque).

I buoni genitori



<<Quanto più  si  sono studiati metodi diversi di  allevare i bambini, tanto più si è arrivati alla conclusione che buone madri e buoni padri si sentono instintivamente portati a fare per i loro  piccoli è, in fin dei conti, la cosa migliore>>.
(Benjamin Spock – 1903\1998 - pediatra)

martedì 18 agosto 2015

La condotta dei padri.

 
“La condotta dei padri è la guida dei figli”.
(Proverbio)

Rispettare i fanciulli


“Il fanciullo merita il massimo rispetto”.
(Giovenale)
                                       ----------------------------
Mi è capitato più volte di sentire questa frase pronunciata da un adulto a un bambino “stai zitto cosa ne sai, tu non capisci nulla”. Ogni volta che sento questa frase mi verrebbe voglia di ribattere ma con certe persone parlare è inutile. I bambini hanno molto da insegnarci se abbiamo il tempo ed il buon senso di ascoltarli. Comprendono molto di più di quanto noi possiamo immaginare. Scoraggiare un bambino ed umiliarlo a mio avviso è una vera cattiveria.
Gesù Cristo parlava coi bambini e li portava ad esempio agli stessi apostoli; quegli adulti sapienti che dicono ai bambini in malo modo di stare zitti, dovrebbero ricordarsi di Gesù Cristo.

Modificare il capitalismo

  <<Si  tratta  di  intendere  il  capitalismo nella piena coerenza con i suoi ideali, in modo che ci sia possibile modificarlo e riformarlo e, come diceva Thomas Jefferson, rivoluzionarlo all’avvento di ogni nuova generazione>>.
 (J. Maritain)

Serve il nutrimento

 
"Senza nutrimento gli uomini non possono vivere.
Soltanto dopo aver dato loro di che vestirsi e nutrirsi è possibile insegnare loro le regole della convenienza e del dovere, o intimidirli con le pene".
(Cui Shi )

Civiltà meccanica ed esteriore

  “Nel nostro mondo moderno l’intera civiltà  è – in modo ancor più rilevante di quanto non fosse la civiltà greca e romana – meccanica ed esteriore,  e tende a diventarlo sempre di più”.
(M. Arnold (1822 – 1804) poeta inglese).
*******
Con tutto il dovuto rispetto per Arnold, non condivido il suo giudizio silla civiltà greca e romana. Non vedo nulla di meccanico in entrambe le civiltàmenzionate.

Buona educazione

 
“Non conosco alcun caso in cui un’educazione buona abbia portato a risultati cattivi”.
(A. S. Makarenko)

Aiutare il fratello in difficoltà...


Levitico 25,  35 - 37.
Se il tuo fratello  si  trova  in difficoltà ed è inadempiente  con te, aiutalo: egli vivrà con te come ospite o forestiero. Non prenderai da lui denaro per interesse o profitto[…]Non gli presterai il tuo denaro per ricavarne interesse, né gli darai il tuo cibo a usura”. 
Il Socialismo intramontabile, non l’ha creato l’uomo, ecco perché è eterno.

giovedì 13 agosto 2015

Felici per un minuto

 <<Capita a volte di sentirsi per un minuto felici.
Non fatevi cogliere dal panico:
è questione di un attimo e passa>>.
(BUFALINO)