martedì 27 febbraio 2018

Riscoprire i valori autentici - l'alfiere solidale


In Italia non c'è solo una crisi economica, c'è anche una  crisi di VALORI.
Per secoli sono esistiti  3 valori:
- DIO.
- Patria.
- Famiglia.
Una genia di contestatori,  decise di eliminarli tutti e 3:
Dio: Togliamolo di mezzo e mettiamoci noi al suo posto.
Patria: Abbattiamo le frontiere e facciamo un'unica marmellata.
Famiglia: E' borghese non serve sostituiamolo con surrogati vari!!!
Io credo nel progresso e nelle riforme!
Ma ritengo che la perdita di VALORI ci abbia portato all'attuale stato confusionale.
Senza DIO si andrà in rovina, e lo stiamo vedendo. 
Quando parlo di DIO penso al Creatore,  non certo alle tante diverse confessioni religiose, sparse per il mondo.
Senza DIO, Patria, Famiglia cosa resta?  No grazie. Anche a costo di sembrare reazionario, il modo di ragionare, di certi modernisti non mi piace. E ci stupiamo delle brutte cose che accadono.
TIMORE  DI  DIO, non significa essere rincitrulliti, significa innestare il nostro cervello nel CERVELLO DIVINO, senza il quale siamo senza energie.
Riscopriamo i VALORI e non ascoltiamo gli incantatori di serpenti, fasulli filosofi da operetta, che pensano di togliere qualcosa a DIO. 
DIO è l'energia universale immutabile ed eterna. 
Inchinarsi a DIO è segno di vera forza.
(Savino  Giacomo  Guarino)
 

Parole al vento

Riporto una lettera di una lettrice, pubblicata su Libero, del 6 agosto 2013, pagina 30; una lettera che trovo sempre attualissima. 
<<Parole  al vento.
“Pensavo a come sarebbe il mondo se ci limitassimo a parlare solo quando abbiamo qualcosa da dire. L’ovvio e la banalità se ne andrebbero a braccetto a girellare nei sentieri dell’inutile e forse, passando davanti al giardino dell’essenziale, non coglierebbero il profumo dei suoi fiori. Sparirebbero i sentenziatori, quelli che sanno sempre come tu ti devi comportare, ma non sempre applicano a se stessi le regole che sbandierano. Fiorirebbe trionfante, l’elegante fiore dell’autocontrollo e le tacite ninfee galleggerebbero beate nel placido fresco laghetto del silenzio. Ma in questo idilliaco spazio…io  che sono persona di parola (anzi di molte parole) non avrei accesso quindi, meglio essere tolleranti e benevoli o almeno proponiamoci di esserlo>>.

a quando un Piano Idrogeologico Nazionale?

  

un felice martedì 27 febbraio 2018 - l'alfiere solidale


A  tutti  coloro  che visitano il Blog,  un felice martedì 27 febbraio 2018.
Grazie  per le Vostre  visite.

#TORINO: attraversamento pedonale corso Novara - via Leoncavallo - l'alfiere solidale

Molti Italiani stanno peggio che nel 2014 - l'alfiere solidale

domenica 25 febbraio 2018

#TORINO: attraversamento pedonale via Bazzi -corso XI Febbraio - l'alfie...

Dimezzare il numero dei parlamentari - l'alfiere solidale


Nel pentolone dell’economia capitalistica, covano perdiodicamente - l'alfiere solidale

 
Nel pentolone dell’economia  capitalistica, covano perdiodicamente:
- Crisi finanziarie.
- Inarrestabile bisogno di materie prime.
- Crisi sociali.
Le crisi finanziarie, le pagano in prevalenza le classi più deboli: In primis i bambini.  
Qualche economista sostiene che le crisi servono, la domanda da porsi è a chi servono?
Le materie prime non sono inesauribili!
Il mancato rispetto dell’ambiente in nome del profitto, lo paghiamo tutti:cambiamenti climatici,  inquinamento,…
Speriamo che entro il 2018 qualcosa cambi.
(Savino Giacomo  Guarino)

#Parma un esempio di Cittadinanza attiva

La cittadinanza  attiva, è sicuramente lo strumento principe per migliorare la Città nella quale si vive.
Un esempio di cittadinanza attiva, arriva da Parma. 
Parma, dove un gruppo di Cittadini, si è mobilitato per la qualità dell'aria: i ripetuti sforamenti di PM10.
Questo gruppo di Cittadini, ha documentato gli sforamenti, segnalando il problema all'Amministrazione comunale.
Complimenti a questi Cittadini, un esempio da imitare.
(Savino Giacomo Guarino)
 

venerdì 23 febbraio 2018

L' AQUILIFER - l'alfiere solidale

non eccedere con le IMPOSTE - l'alfiere solidale

Proverbi  29, 4.
"Con la giustizia  un re consolida il paese, chi eccede nelle imposte lo conduce alla rovina.”
                                             ___________
 
Il libro dei Proverbi è uno dei libri che compongono la Bibbia.
Due righe, due sole righe,  per descrivere con estrema chiarezza quello che chi governa deve fare: Giustizia e un fisco sopportabile. 
La sintesi, la qualità principe che tutti dovremmo possedere, ma in particolare coloro che governano.  Due sfide, due riforme da attuare che attendono ancora di essere attuate: Giustizia e fisco.
Le parole, i proclami, gli annunci, non servono a nessuno, tanto meno al cittadino ed alle imprese che chiudono perché non ce la fanno più ad andare avanti.
E’ ora che si passi dalle parole ai fatti, concreti e tangibili.
(Savino  Giacomo  Guarino)

Coloro che vivono in un'epoca democratica

"Coloro che vivono in un’epoca democratica hanno molte passioni, ma gran parte delle loro passioni, ma gran parte delle loro passioni o si riducono all’amore per il denaro o derivano da questo.
Il fenomeno non dipende dal fatto che abbiamo un’anima più meschina ma dal fatto che, in tali periodi la potenza del denaro è in realtà maggiore.
Quando tutti i membri di una comunità sono indipendenti gli uni dagli altri o indifferenti gli uni agli altri, la loro cooperazione può ottenersi solo pagando: questo moltiplica infinitamente finalità raggiungibili con la ricchezza ed aumenta il suo valore. Quando la reverenza dovuta a ciò che è vecchio è svanita, e la nascita, la condizione, la professione non distinguono più gli uomini, o li distinguono insufficientemente, resta il denaro per creare fra loro nette differenze e per elevarne alcuni al di sopra del comune livello".
(A. de Tocqueville)

un radioso e felice Venerdì 23 Febbraio 2018 - l'alfiere solidale

A tutti coloro che visitano questo Blog, un radioso e felice Venerdì.
Grazie per le Vostre visite.

#IMPRESE che chiudono - l'alfiere solidale

#TORINO - 2 attraversamenti pedonali via Padova \ Via Bologna -l'alfier...

lunedì 19 febbraio 2018

IMPOSTE ECCELLENTI e servizi ? - l'alfiere solidale

un splendida settimana a tutti coloro che visitano il Blog - l'alfiere solidale


#Nessun #Potere, può impedirci di: Leggere, informarci, farci sentire -...

Galileo sul cielo - l'alfiere solidale

Liberare la mente dai pensieri - l'alfiere solidale

una politica veramente TERRIBILE



“La nostra politica è quella di fomentare le guerre, ma dirigendo Conferenze di Pace, in modo che nessuna delle parti in Conflitto possa avere guadagni territoriali. Le guerre devono essere  in modo tale che le Nazioni, coinvolte in entrambi gli schieramenti, sprofondino sempre di più nel loro debito, e quindi, sempre di più sotto il nostro potere”.
(Mayer Amschel  Rothschild)

Controllare la moneta, un grande potere



“Permettetemi di emettere e controllare la moneta di una nazione  e non mi importa chi fa le sue leggi”.
(Mayer Amschel  Rothschild)
                                        

Fantasia di colori - l'alfiere solidale

SENTIRSI ITALIANO E' RAZZISMO? - l'alfiere solidale


Sentirsi italiano almeno sino ad oggi non costituisce ancora reato.
Ma parlare  con orgoglio la nostra comunità inizia a diventare una pratica quantomeno sospetta.
Il termine "Patria", ad esempio, è consigliabile soltanto in alcune ricorrenze e può essere utilizzato soltanto dal personale di vertice delle nostre istituzioni.

La Patria, la terra dei padri (dal latino), rappresenta infatti un concetto di nazione, territorio, popolo, lingua, storia, cultura e tradizione comune che inquieta non poco i promotori della "massa indistinta".

Fuori dalle rituali celebrazioni di Stato, non esistono zone franche dove poter rivendicare la propria italianità senza correre il rischio di passare, se va bene, per nazionalista, altrimenti, per nostalgico reazionario, od addirittura per razzista!

Oggi sembra quasi che non si possa più appartenere ad un popolo.

Il tricolore poi, è concesso di esibirlo senza ingiuria soltanto in occasione di eventi sportivi, ma si raccomanda sempre la parsimonia.

 L'italiano quindi, esisterebbe dinanzi alla legge, che soltanto per Lui non ammette ignoranza, ma se osa pretendere che anche altri rispettino le regole, unica garanzia di civiltà, per i soliti benpensanti nostrani è già un volgare razzista.

Per gli artefici del futuro "omologato", senza radici e senza memoria, il semplice dissentire, in quanto diversità di opinioni (libertà), e' già razzismo.

La diversità invece colora il mondo e lo rende meravigliosamente umano.

Il vero razzista è colui che non rispetta, o tenta di oscurare la cultura, la tradizione e soprattutto la MEMORIA di un popolo.

Quel popolo che gli ipocriti pongono sempre al vertice di una democrazia, ma al quale poi, non riconoscono neanche un'identità ...
----
Prima di essere cattolico, prima di appartenere all'Unione Europea, prima ancora di tutto ... mi sento, con orgoglio, cittadino italiano, rispettoso di ogni nobilissima diversità.

E dichiaro, senza abiura, dinanzi all'inquisizione razziale: "che agli italiani ed all'Italia sono straordinariamente legato da un sentimento che sento addirittura travolgente in terra straniera, dove quando incontro un connazionale lo sento "fratello", figlio della mia ... nostra meravigliosa comunità".

Con l'Italia nel cuore ... Buona giornata a Tutti.
Sara



l'ANATOCISMO che risorge - l'alfiere solidale

a proposito di Giovinezza - l'alfiere solidale

Secondo una diffusa opinione, si è giovani fino a 27\29 anni, dopo non si è più giovani.
Questa opinione non mi convince molto e ne spiego le ragioni:
1)  Mi spiegava un mio amico medico che l’essere umano inizia ad invecchiare dopo i 20 anni. Il processo di invecchiamento prosegue dopo i 30, i 40,…..
2) Stando a previsioni scientifiche accreditate, le aspettative di vita sono in aumento, si parla di 120 anni per i bambini nati oggi.
3) Viviamo in una società dove: Ottantenni, novantenni e centenari, non sono più un’eccezione.
All’epoca dei Romani, quando le aspettative di vita erano di 45 anni, il limite di 27\28 anni non andava certo bene.
In un’epoca con attese di vita di 120 anni, un quarantenne o un cinquantenne, non si potrebbe certo definire “vecchio”.
Etichettare le persone in base a opinioni, è molto spesso del tutto arbitrario.
L’asticella che segna il passaggio dalla fase della giovinezza, alla fase successiva non è fissa, ma mobile, molto mobile.
Ritengo che la società e la politica, abbiano bisogno di tutti: Ventenni, trentenni, quarantenni, cinquantenni,…, quello che non serve alla nostra società, è escludere le persone in base alla anagrafe.
Un vecchio adagio, giustamente recita: <<Se i vecchi potessero e se i giovani sapessero>>.
(Savino  Giacomo  Guarino)

Attraversare in sicurezza gli attraversamenti pedonali - l'alfiere solidale


Ogni giorno capita a tutti noi, di dover attraversare un attraversamento pedonale.
Io non possiedo  l'auto, pertanto essendo un pedone al 100% provo ogni giorno i rischi che si corrono, attraversando alcuni  attraversamenti pedonali: privi di semaforo, privi di dossi, privi di telecamere.
La presenza di un dosso  in prossimità  di un attraversamento pedonale obbliga l'automobilista a rallentare la velocità.
La presenza di una telecamera è utilissima per rilevare eventuali infrazioni ed in caso di investimento del pedone per individuare la targa del veicolo ovvero del guidatore.
A Torino molti  attraversamenti sono privi di: semaforo, dossi, telecamere.
(Savino  Giacomo Guarino)

#Torino: Attraversamento pedonale, corso Novara, altezza di via COMO.

#TORINO - 2 Attraversamenti pedonali via Como \ Corso Palermo - l'alfier...

giovedì 15 febbraio 2018

#TORINO: tratto marciapiede via Bologna ponte sulla Dora

la #Crescita non è infinita - l'alfiere solidale

L'esplosione dell'atomo è... - l'alfiere solidale

l'importanza del pensare


W W W W i NUMERI - l'alfiere solidale


I numeri sono i peggiori nemici della cattiva politica.

I numeri non mentono mai.
Se voglio sapere come è amministrato un ente locale, analizzerò il suo bilancio consuntivo.
Se voglio sapere come è amministrata un'azienda, analizzerò il suo bilancio consuntivo.
Oggi, i numeri, dimostrano che in Italia i problemi sul tappeto sono lontani dalla loro soluzione.
Dalla disoccupazione, alla sistemazione idrogeologica del territorio, solo per fare un esempio.
Solo i numeri possono dimostrare la bontà di una linea politica ed economica.
Le parole, le belle parole ed i discorsi, non sono mai stati in grado di contrastare l’oggettiva  verità espressa dai numeri.
Nello sport contano i risultati,  anche in politica, alla fine quello che veramente conta sono solo ed esclusivamente i risultati.
(Savino  Giacomo  Guarino)

Stipendi peggiori d'Europa - l'alfiere solidale

#Torino Petizione al #Sindaco, presentata il 10.2.2017 attendo risposta ...

martedì 13 febbraio 2018

#TRATTATI, consultare il Popolo - l'alfiere solidale

felicissimo Martedì 13 febbraio 2018

Un felicissimo Martedì 13  febbraio 2018, a tutti coloro che visitano il Blog.
Grazie per le Vostre visite.

Imparare a fare il bene

l'importanza degli Animali per l' ambiente

<<La civiltà si è sviluppata con l'uomo agricoltore e allevatore e si è salvata dalle prime catastrofi ambientali con gli animali (arca di Noè).
Di fronte ad una possibile catastrofe ecologica, l'uomo non può salvarsi da solo>>.
(G. Ballarini)

Viviamo #Separati - l'alfiere solidale

“In contrasto col sistema feudale del Medio Evo,  in cui ciascuno  aveva il proprio posto fisso in un sistema sociale ordinato e trasparente, l’economia capitalistica abbandonò a se stesso l’individuo. Quel che faceva, come lo faceva, se riusciva o se falliva era solo affar suo. Che  questo principio abbia  favorito il processo  di individualizzazione è fuor di dubbio e viene sempre citato come fattore importante  a favore della cultura moderna. Ma con il favorire la ‘libertà da’, questo principio ha contribuito  a recidere tutti i legami tra un individuo e l’altro, isolando e separando l’individuo dal suo  prossimo”.
(E. Fromm)
******
Quanto scritto da E.Fromm, a mio avviso rispecchia molto bene la società nella quale viviamo.
Si vive separati, ognuno per sé, è molto difficile essere solidali e amici.
L’individualismo, lo si nota in politica, ormai non c’è più un ideologia, c’è il leader, tutto ruota intorno a lui.
Eppure le esperienze passate, ci hanno dimostrato che nessun leader o presunto tale, in Italia è riuscito ad avviare a soluzione alcun problema.
Il cambiamento, quello vero parte dal basso:
- L’unione delle massaie.
- L’unione dei lavoratori.
- L’unione dei pensionati.
Se il cambiamento non partirà dal basso, da ognuno di noi, a mio modestissimo parere, continueremo ad attendere il “messia politico” capace di fare il miracolo.
Napoleone amava ripetere che in ogni zaino di ogni soldato, c’era il bastone da maresciallo.
Ritengo che ognuno di noi possa nel suo piccolo contribuire al cambiamento, tante goccioline riempiono qualsiasi contenitore.
(Savino  Giacomo Guarino)