domenica 29 aprile 2018

Sette secoli fa

felicissima Domenica 29 Aprile 2018 - l'alfiere solidale



Una felicissima Domenica 29 aprile 2018, a tutti coloro che visitano il Blog.
Grazie per i Vostri commenti.
(Savino  Giacomo  Guarino)

Eravamo come voi, sarete come noi - l'alfiere solidale



Ieri sera, ero in pizzeria con un gruppo di vecchi amici, uno di questi, mio commilitone durante il servizio militare.
Parlavamo di diversi argomenti, siamo finiti a parlare di politica.
Mi ha colpito una tesi espressa da uno di questi amici, fortemente impegnato in politica :
<<La politica ha bisogno di giovani uomini e giovani donne. Basta coi “vecchi” il futuro è solo loro. E’ fondamentale che a dirigere siano giovani, gli altri se vogliono si mettano in coda a spingere”.
           Questa opinione, pienamente legittima è degna del massimo rispetto; questo però non mi impedisce di fare alcuni ragionamenti in merito:
1° - La giovinezza è un periodo della vita transitorio.
Si dice che si è giovani fino a 27\30 anni. Pertanto dopo, stando alla tesi del mio amico – non si ha più titolo a far parte della dirigenza, si può essere tranquillamente rimossi.
2° - L’elettorato è composto in buona misura da persone non più giovani, comprese quelle che appartengono alla categoria dei pensionati (vi  sono anche donne pensionate).
Secondo una stima, i pensionati in Italia sarebbero circa 15.000.000, una consistente fetta di elettorato. Non è casuale che sotto Elezioni appaiano liste di “pensionati”. 
Una di queste liste a suo tempo espresse un parlamentare europeo. 
Non si dimentichi  poi, che i pensionati di domani, saranno i giovani di oggi e coloro che attualmente lavorano.
3°- Esiste anche un’altra fetta di elettorato i diversamente abili.
Alcuni di questi lo sono dalla nascita, altri purtroppo lo sono diventati a seguito di malattie o incidenti. Anche questa categoria ha dei problemi di cui la politica deve occuparsi.
La società, qualsiasi società avanzata, si prende cura dei diversamente abili che non sono un peso, ma una preziosa risorsa nazionale; la Svezia in questo settore è all’avanguardia.
Rinunciare a dare il meritato spazio all’interno di qualsivoglia organizzazione, alle diverse componenti dell’elettorato, mi sembra francamente  opinabile.
4° - Un vecchio adagio recita <<se i vecchi potessero e se i giovani sapessero>>. 
A mio modesto avviso, giovani e non più giovani,  dovrebbero lavorare insieme. L’esperienza non si apprende sui libri, si apprende con gli anni e con la pratica.
Se dovessi farmi operare, sceglierei un chirurgo di esperienza, e solitamente i professionisti esperti sono vicini ai 50 anni. 
Una volta i giovani che volevano imparare un’arte o un mestiere, frequentavano la bottega del maestro e da questi apprendevano.
Nel calcio molte squadre puntano sui giovani, ai quali affiancano giocatori più esperti che siano in grado di farli maturare.
Nella musica le note sono 7 e non sono certo eguali ma una diversa dall’altra, e dalla loro unione nasce l’armonia.
5°- Una tesi che ho sentito ripetere più volte: <<Bisognerebbe iniziare a far politica intorno ai 40 anni>>. Ritengo questa tesi decisamente rigida, ma in parte merita attenzione.
Fare politica e rivestire un incarico istituzionale, significa decidere per una collettività. Le decisioni prese per la collettività, hanno sempre tre tipi di conseguenze:
- Breve, medio, lungo termine.
Le scelte di oggi, ricadranno sui nostri figli e nipoti.
La politica non è spettacolo. La politica non è mettersi in mostra ed esaltare se stessi.
La politica è un <<servizio reso alla società>>, servizio che dovrebbe implicare tanti oneri e pochi onori, fra questi ultimi aver contribuito al benessere della gente soprattutto di quella più bisognosa.
Non bisogna dividersi fra giovani e non giovani, bisogna unirsi per cercare soluzioni che soddisfino gli interessi comuni!
Viviamo in piena era digitale. Internet, permette a tutti di esprimersi e di parlare, compresi quelli che non sono più giovani.
Vorrei concludere ricordando una scritta che ho letto sul muro di un cimitero di un piccolo Comune: Eravamo come voi, sarete come noi.
(Savino Giacomo Guarino)

Articolo 46 Costituzione della Repubblica

Costituzione - articolo 46
“Ai fini della elevazione economica e sociale del lavoro e in armonia con le esigenze della produzione, la Repubblica riconosce il diritto dei lavoratori a collaborare, nei modi e nei limiti stabiliti dalle leggi, alla gestione delle aziende.”

aumentare le Telecamere per controllare il territorio - l'alfiere solidale

L'installazione di molte telecamere, soprattutto nelle zone più calde di una città, è un importante strumento di prevenzione della criminalità.
In molti Paesi le telecamere, collegate con le Forze dell'Ordine, sono da tempo ampiamente utilizzate.
Le telecamere sono un prezioso alleato per aiutare le Forze dell'Ordine,  nello svolgimento del loro insostituibile compito.

i GENITORI - l'alfiere solidale

Cercate di amare i vostri genitori, la vostra famiglia....
Non saranno eterni, non saranno sempre lì. O non saremo eterni noi.
genitori, io inclusa,
non sono ( o magari non sono mai stati)
simpatici
paciocconi
teneri
affettuosi
allegramente assenti
libertari
tranquilli, camomillosi.....
Ma sono a volte dei gran rompiscatole, prepotenti, autoritari, esauriti, sclerati, antipatici, egoisti e insopportabili.
Però
SONO LORO CHE TROVEREMO ALLE SPALLE quando saremo in balìa delle onde.
La loro barca sarà sempre nelle vicinanze
Quando stiamo per affondare, li troveremo lì.


Amateli, vi prego, per quello che sono.
Io penso che, con i dovuti paragoni, i genitori [ i figli anche] siano un po' come Dio: non puoi (sempre) capirli.
Devi amarli così come sono. E basta.
S A R A.

Torri Palatine (Torino)

venerdì 27 aprile 2018

Fare Politica, Occuparsi di Politica - l'alfiere solidale

Stringere la mano

"Non dimenticherò mai il giorno in cui, camminando per una strada di Londra, vidi un uomo seduto, che sembrava terribilmente solo. Andai verso di lui, gli presi la mano e gliela strinsi. E lui esclamò: <<Oh, dopo tanto tempo, questa è la prima volta che sento il calore di una mano umana>>. E poi il suo viso si illuminò. Era una persona diversa. Sentiva che c'era qualcuno che teneva a lui. Per la prima volta capii che un'azione così piccola poteva dare tanta gioia".
(Madre Teresa di Calcutta)
                           

Madre Teresa di Calcutta, 7 luglio 1981

“Egli ci ha creato per amarci ed essere amato e questo è l’inizio della preghiera: sapere che Egli  mi ama, che sono stata creata  per  cose  grandi.”
(Madre Teresa di Calcutta, 7 luglio 1981, Preghiera per la Pace)

se non avete conoscenza


Democrazia Diretta = Referendum Propositivo

Credere di sapere

“Costui crede di sapere mentre non sa; io almeno non so, ma non credo di sapere. Ed è proprio per questa piccola differenza che io sembro di essere più sapiente, perché non credo di sapere quello che non so.”
(Socrate)

un felicissimo Venerdì 27 Aprile 2018 - l'alfiere solidale



Un felicissimo Venerdì 27 Aprile  2018 a tutti i visitatori del Blog.
Grazie per le Vostre visite e per i Vostri commenti.

Carri armati

Soldatini di piombo

lunedì 23 aprile 2018

un felicissimo Lunedì 23 Aprile 2018 - l'alfiere solidale


Un felicissimo  e radioso Lunedì 23 Aprile 2018 a tutti coloro che visitano il Blog.
Grazie per le Vostre visite e grazie per i Vostri commenti.
(Savino  Giacomo  Guarino)

Stupendo e sorprendente disegno...

“Che stupendo e sorprendente disegno  abbiamo davanti a noi della  magnifica vastità dell’universo, così tanti soli, così tante terre […]!”.
(Christian  Huygens – New Conjectures Concerning The Planetary Worlds, Their  Inhabitants and Productions – 1670)

la GRADUALITA'

Rileggevo per l’ennesima volta, Pacem in Terris,  la splendida Enciclica, di quel gigante di umanità che è stato Giovanni XXIII°  il c.d. Papa buono.
Questo grandissimo pastore di anime era anche un eccelso dotto. 
Nascondeva la propria erudizione dietro un muro di umiltà, quella grandissima umiltà che lo faceva amare da tutti indistintamente.
Vorrei richiamare un passo della sua Enciclica  Pacem In Terris, laddove si parla di gradualità.
Gradualità 86: Non si dimentichi che la gradualità è la legge della vita in tutte le sue espressioni; per cui anche nelle istituzioni umane non si riesce ad innovare verso il meglio che agendo dal di dentro di esse gradualmente.”

la base del genio: il buon senso

<<Il buon senso è raro quanto il genio − è la base del genio>>.
(Ralph Waldo Emerson, Saggi, 1841/44)

prepara la Parola


capitalisti \ Imprenditori

“Si è confuso e si continua a confondere sotto il nome di capitalisti coloro che ricavano un frutto dai loro possessi o dai loro risparmi  e gli imprenditori […] Queste due categorie […] hanno spesso interessi diversi talvolta opposti, e che contrastano anche maggiormente di quelli delle classi che si dicono dei capitalisti e dei proletari”.
(V. Pareto)

una ASPIRAPOLVERE adatta

<<L’unico metodo per far cessare l’inquinamento è quello di aspirarlo  tutto. 
Il problema: è trovare l’aspirapolvere adatta>>.
(Anonimo)

i piccoli divieti

Un signore, in coda con me al supermercato, diceva ad un altro : “Quando si insiste sui divieti piccoli significa che non si è in grado di far rispettare i divieti grandi. Trovo assurdo, in un periodo come questo, che in qualche comune si vieti ai giovani di giocare a pallone in strada. Se vi fossero strutture per loro, in strada non giocherebbero di certo”.

la malattie

<<Le malattie, alcune di giorno altre di notte, visitano gli uomini, recando sofferenza ai mortali –in silenzio perché il saggio Zeus ha negato loro la parola>>.
(Esiodo)

la Gentilezza


sabato 21 aprile 2018

non indignarsi ma CAPIRE - l'alfiere solidale

un felicissimo Sabato 21 aprile 2018 - l'alfiere solidale


A tutti coloro che visitano il Blog:un felicissimo Sabato 21 aprile 2018.
Grazie per le Vostre visite, grazie per i Vostri commenti. 
(Savino  Giacomo  Guarino)

I POTENTI SCONOSCIUTI - l'alfiere solidale

a proposito di S.Maria Maddalena

Ero in metropolitana. Vicino a me era seduta una mamma con un bambino molto simpatico che parlava alla mamma del catechismo e della sua prossima prima comunione. A un certo punto questo bambino ha detto alla  sua mamma “Sai mamma, Maria Maddalena era una peccatrice, e Gesù l’ha redenta.”
                                                           **** 
Vorrei prendere spunto da questo dialogo per fare alcune riflessioni.
Vediamo innanzitutto cosa ci dice il Vangelo.
Luca 16, 9 : “Risorto al mattino del primo giorno della settimana, apparve dapprima a Maria  Maddalena, dalla quale aveva scacciato sette demoni.”
1° Riflessione.
Gesù appena risorto decide di apparire per primo proprio a Maria Maddalena. Non appare né a Pietro, né a nessun altro, ma guarda caso propria a questa donna. In un’epoca nella quale le donne venivano considerate molto poco,  Gesù fu il primo a riconoscere alle donne (a tutte le donne) la dovuta dignità.
2° Riflessione.
Maria  Maddalena era afflitta da ben 7 demoni. Sette demoni non mi sembrano sinonimo di prostituta o di peccatrice.
Troppo spesso nella nostra società si mette il marchio alle persone che non rispondono ai canoni correnti. Se non sei negli schemi, diventi un disadattato, un poco o una poco di buono.
Quello che mi affascina di Gesù è che in un’epoca come la sua, lui sedeva a tavola e dialogava con tutti, prostitute comprese. Una sua frase è un insegnamento eterno: “Chi è senza peccato, scagli la prima pietra.”
La mia impressione è che oggi, come allora, ci siano sempre delle persone pronte a scagliare le pietre contro coloro che non si allineano agli schemi correnti.  
Queste persone (senza peccato?) dovrebbero interrogarsi ed andarsi a rileggere le “parole” di quell’impareggiabile MAESTRO che si chiama GESU’.
(Savino  Giacomo  Guarino)

la Cauzione


la Disciplina


Cedro, Acacia, Mirto


ogni metodo d'insegnamento

<<Ogni metodo d'insegnamento è giusto basta che ne siano contenti gli scolari.>>
(L. Tolstoj)

giovedì 19 aprile 2018

a proposito di #Stipendi d'oro - l'alfiere solidale

a proposito di SALVA banche - l'alfiere solidale

ll primo suono

Quale sensazione provò, il primo uomo che ebbe la percezione del suono musicale, provocato dalla percussione di un oggetto cavo o dalla vibrazione di una verga?

a proposito di diritto di Proprietà

Costituzione federale della Confederazione Svizzera del 18 aprile 1999 (Stato 1° gennaio 2016) -  Art. 26 Garanzia della proprietà.
1 La proprietà è garantita.
2 In caso d'espropriazione o di restrizione equivalente della proprietà è dovuta piena indennità.

Le tre S vincenti - l'alfiere solidale

Amo le  c.d. tre S vincenti:
Sobrietà
      Solidarietà
            Sostenibilità.
Queste 3 S, sono le carte vincenti per  un sistema che funziona, funziona  perchè attento all'Ambiente ed alle Persone.

Non era solo un genio

<<Non solo  era  un  genio, ma  a  differenza  di  molti  altri geni era  un  uomo  straordinariamente  cordiale  […] Aveva qualcosa del vulcano non  completamente  spento, qualcosa di oscuro,  di rimosso,  di  riservato.
Mi ha fatto  un’impressione  che  ben  poche persone mi hanno fatto, un’impressione  di grande gentilezza, e dietro la gentilezza di grande forza.>>
( Leonard Woolf, a proposito di Sigmund Freud, da Downhill all the Way,  1967)

un felicissimo Giovedì 19 aprile 2018 - l'alfiere solidale

E' giovedì 19 aprile 2018: Un felicissimo e radioso Giovedì a tutti coloro che  visitano il Blog.
Grazie per le Vostre visite e per i Vostri commenti.
(Savino  Giacomo Guarino)

a proposito del Pugilato.

il pugilato -  "E' l'unico sport in cui  la rabbia  è accolta, nobilitata, la sola attività umana in cui il furore può essere  mutato in arte".
(Carol Oates - 1938 - scrittrice statunitense)
                                                  **** 
Questo aforisma non mi convince molto. 
Ho assistito in TV e dal vivo a diversi incontri di pugilato. Ne ricordo uno in particolare, dove si affrontavano due giovani pugili statunitensi. 
Si incontravano per la seconda volta: la rivincita per il perdente.
Il pugile che aveva perso il primo incontro, alla prima ripresa si scaglio rabbioso contro l'avversario per demolirlo: Si prese un micidiale colpo d'incontro in pieno plesso solare, finendo KO dopo pochi secondi. 
Il commentatore disse "Nel pugilato non c'è posto per il risentimento, serve freddezza e lucidità, altrimenti si finisce KO".
(Savino  Giacomo Guarino) 

Filosofia e buon senso

"Il  vero spirito  filosofico  consiste soprattutto  nell'estensione sistematica del semplice buon senso  ad ogni tipo di concreta speculazione".
(A. Comte)

6 - la Patria

<<Chi ha rinnegato la propria patria, ha rinnegato anche il proprio Dio.>>
(F. Dostoevskij)

5- la Patria

<<Chiunque combatte contro la patria è un figlio che vuole uccidere il padre.>>
(Napoleone)

4 - la Patria

<<Stringiti  alla patria e siile fedele  con tutto  il tuo cuore.>>
(F. Schiller)

3 - la Patria

<<Non chiedete cosa possa  fare la patria per voi: chiedete cosa potete fare voi per la patria.>>
(John Fitzgerald Kenney)